Salta al contenuto principale
|

Montorio: Gianni Di Centa scrive a MArio Facciolini. Sindaco & Sindaco

3 minuti

Caro Sindaco, cari Amministratori,

sono stato in silenzio per molti mesi, ritenendo giusto attendere e capire cosa intendesse fare l’Amministrazione sui vari fronti di impegno, tanti e pesanti. La mia indole mi avrebbe portato a ribattere fino alle prime dichiarazioni del Sindaco, che, appena eletto, ha dichiarato che Montorio è stato amministratoMALE; addirittura qualche amministratore ha parlato di "mancanza di trasparenza e di favori per gli amici" (su questo si valuterà in altra sede). Va bene, nessuno ha preteso di essere il meglio o di avere tutti i consensi su quanto si stava facendo e quindi ci si è messi in attesa. Non intendo, almeno per il momento, discutere di quanto fatto, in quali condizioni, ma da cittadino, da Montoriese che Ama il proprio Paese, mi preoccupo del luogo dove vivo, dove vive la mia famiglia, i miei figli. Certamente i “tanti” finanziamenti ed opportunità che abbiamo lasciato, non erano nell'aria e non si sono ottenuti per grazia ricevuta….

La scelta di non dialogare coi cittadini direttamente, non la condivido, ma è legittima. È chiaro che servano comunque strumenti di comunicazione in grado di veicolare quanto accade. Quello che si percepisce è un silenzio tombale, che preoccupa chi ci vive ed esercita attività nella nostra zona.

Fino ad ora il nulla, al massimo si è portato avanti quello che era già stato deciso e che grazie al lavoro e agli atti fatti prima di chiudere i battenti, con relativa assunzione di responsabilità, era già stato definito come percorso, vedi ripristino del mercato settimanale, possibile solo grazie al fatto che erano stati realizzati i vari lavori in Corso Urbani e Corso Valentini e che si era giunti alla riapertura della prima, assumendosene le responsabilità.

Il resto ? Vogliamo parlare del pagamento del CAS ? Si è provato a mettersi nei panni di coloro che devono anticipare mesi di affitto , proprietari di abitazioni inagibili ? Quando non si hanno risposte ci si muove, si utilizzano tutti i mezzi, dalla comunicazione, alla movimentazione dei cittadini, all’utilizzo della fascia.
Vogliamo parlare dei 300.000 euro per le manutenzioni straordinarie ? Cosa si aspetta ? La neve per fare gli asfalti, per sistemare le strade ? Vi sono zone in sofferenza, a partire dalla zona PEEP, a Villa Maggiore, a Costa della Spiaggia…… (evito di fare l’elenco, è presente nella delibera e nella determina).

A che punto siamo per il Polo scolastico, la scuola di Leognano, il Pascal e gli altri edifici strategici, tutti finanziati… ?
Qual è la situazione della casa di riposo ? Essa rappresenta un elemento fondamentale per la Comunità Montoriese.
Qualcuno sta seguendo i lavori che dovrebbero essere realizzati sul ponte del CONAD ? Il progetto è stato inserito da tempo tra le opere da realizzare da parte dell’ANAS, insieme ad altri interventi.

A che punto sono i lavori per realizzare il Polo dell’infanzia, con l’utilizzo della donazione del CONAD Adriatico ?
Ci sarebbe molto altro, ma mi fermo.
Il mio vuole essere uno stimolo e non una fredda critica. Non ho interessi di parte e guardo gli avvenimenti con occhi neutri, pur avendo le mie idee politiche e sulle prospettive di Montorio. Rimango a disposizione sia di chi amministra, che dei Montoriesi, per qualsiasi chiarimento, approfondimento o confronto. Eviterò le polemiche, non ho nessuna voglia di perdere tempo con i soliti…..

Vivo a Montorio e Amo Montorio

Gianni Di Centa

Commenta

Commenti

Torno a ribadire che il dialogo con i cittadini è estremamente importante,non solo per conoscere chi abita come seconda casa nel vostro territorio,paga tasse e utenze nel vostro territorio ma non può usufruire di quelle cose essenziali che ci spetterebbero di diritto. Io ho casa ad Altavilla ma per arrivarci bisogna essere un pilota di Railly.1o km di strada dissestata piena di dislivelli e piccole frane mai messe in sicurezza.Adesso voi penserete che cosa mi frena ad andarmene ma ho una moglie nativa di Altavilla dove ha i suoi genitori nel cimitero locale la famiglia del fratello e nipoti sono abitanti del posto.Spero e dico spero che questa mia esternazione giunga a destinazione. D.saluti