Salta al contenuto principale

La Ricostruzione ferma al palo. Consegnati i primi 50 appartamenti con i soliti notevoli e scandalosi ritardi....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Quattro anni di Ricostruzione e tutto ancora fermo nell'edilizia pubblica e privata del cratere sismico.
Siamo sicuri che la sburocratizzazione predicata a suon di provvedimenti dal neo commissario alla Ricostruzione, Giovanni Legnini potrà dare un nuovo e decisivo impulso alla speranza di molti terremotati di poter tornare nelle proprie case inagibili. 
Siamo sicuri e due che la presidente dell'Ater di Teramo,  d.ssa Maria Ceci avrà compreso l'importanza dei contatti e dei sani rapporti tra enti, specialmente tra incaricati e incarichi prettamente politici.
Ascia sotterrata con Nicola Salini e non perchè il neo consigliere tecnico dell'avv. Legnini sia diventato alto, biondo e con gli occhi azzurri ma per il ruolo che è andato a rivestire.
La ruota gira e anche tanto velocemente. 
Siamo sicuri e tre che solo facendo rete si possa trovare il modo di accelerare ed evitare la morte di interi quartieri e comuni.
Siamo sicuri e quattro che il sindaco D'Alberto garantirà oggi e non domani il nuovo bando.https://www.youtube.com/watch?v=3ZnznhFw0tY


 

Commenta

Commenti

Siamo sicuri e cinque tutta propaganda elettorale del Sig. Sindaco prima delle elezioni e poi il vuoto.

già.... 2009...... 2016....... 2017.......
tutto uguale...
....allora uguale a dopo....

...meditiamo....

Ok ai nuovi alloggi e la ricostruzione delle case lesionate dal terremoto? Ancora decenni di attesa o forse rimarranno li cosi ad emblema del fallimento della ricostruzione vera. Simbolo di quella politica che in emergenza prometteva tutto e subito... vi chiedo di non credere piu alle favolw per una questione di dignità