Salta al contenuto principale

Il Comitato #orabasta pronto a scendere in piazza contro lo spreco dei soldi pubblici per la nuova Giunta Brucchi

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Una questione di coerenza.
Siamo felici del 740 ( www.comune.teramo.it/index.php) del capogruppo di Teramo Soprattutto, Dodo, Alfonso Di Sabatino Martina ma non siamo andati di morbosità a visionarlo e ci scusiamo, per non aver rispettato il gentile invito.
Una questione di rispetto e privacy, nonostante la trasparenza di legge.
Nessuno ha mai messo in dubbio la capacità di incasso del buon Dodo.
Ci dispiace dell'equivoco ma la dichiarazione dei redditi, non è un parametro che usiamo per sentire il valore di una persona.
Ci basta una stretta di mano o una dichiarazione formale.
Siamo andati invece a rileggere ciò che Dodo dichiarava nel dicembre del 2015.
" Secondo me il sindaco ha capito tante cose in questo anno e mezzo – prosegue Di Sabatino – Ribadisco che non sono interessato ad entrare in Giunta, sono invece interessato ad un progetto di sanità pubblica per questo Comune, per recuperare anche i cittadini che si sono allontanati dalla politica”.
Per Di Sabatino l’azzeramento di Giunta non può essere solo un nuovo annuncio:Non credo che il sindaco abbia voglia di tagliarsi le gambe. Credo piuttosto che possa essere un nuovo rilancio perché se lo merita, è un lavoratore ma non è sempre attento agli equilibri politici. Come deve essere la nuova Giunta? Di qualità e con sei assessori, con riduzione del 50% della mensilità. Per dare un segnale forte alla città”.
www.cityrumors.it/notizie-teramo/politica-teramo/182301-teramo-giunta-azzerata-ad-anno-nuovo-di-sabatino-sei-assessori-al-50.html

In un territorio flagellato dal terremoto, ( l'ultima scossa questa mattina www.iduepunti.it/20_marzo_2017/36-scossa-di-terremoto-3-chilometri-da-campotosto-e-31-da-teramo ) da una storica nevicata, dalle frane, da un'Amministrazione incapace di garantire la normale manutenzione dei ponti e delle strade, le uniche proposte urbanistiche sono state nuove rotonde per tutti e per il sociale, l'ingresso di altri assessori.
Centomila euro a testa per due anni e mezzo.
Si chiedono sacrifici ai cittadini e si risponde con un baccanale politico.
Il comitato spontaneo #orabasta, risponderà all'aumento degli assesori da nuovo pasto e non rimpasto, con una manifestazione di protesta ad oltranza, sotto il palazzo civico ex Banca D'Italia e un personale sciopero della fame.
In fondo, per poter garantire quei soldi, possiamo solo smettere di mangiare. 
 


 

Commenta

Commenti

OK, tutti a lamentarsi ma trovate qualcuno disposto a fare l'assessore alla ricostruzione e lavorare gratis.
Scusami perché non potrebbero lavorare gratis in fondo è anche la loro città sono le scuole che frequentano i loro figli e i ponti dove viaggiano con la macchina hanno mangiato tanto è ora che restituiscono quailcosa a tutti noi!!! Dovrebbero avere almeno un po di dignità e non pensare solo alla poltrona e ai soldi . E stai tranquillo che se le cose vengono fatte come devono nessuno si lamentera' se si mettono in tasca qualche soldo in più !!
Non serve la protesta, lo sciopero della fame, ecct. Tanto nn succederà nulla. Viva Dodo Di Sabatino Martina ecct, ecct, ecct.
@Anonimo delle 12:12, confondi le proteste con i lamenti. Non si tratta di lavorare gratis, ma di ridurre il numero di poltrone per risparmiare denaro pubblico. Per amministrare un territorio di 54.000 abitanti 6 assessori sarebbero più che sufficienti, non credi?
È stucchevolmente vergognoso il loro discutere in un momento dove andrebbe recuperata la fiducia dei cittadini. Analogamente, va qualificato il contegno di chi a destra e a manca li sostiene. Nulla scuote la coscienza dei teramani, neppure vedere il degrado che pervade la loro città: continuano a votarli ed a parteggiare oggi per uno e domani per l'altro. Di cosa si lamentano, quindi?
OK trovate chi lavorerebbe gratis anche tra quelli dell'opposizione....e poi ne riparliamo.