Salta al contenuto principale
|

Teramo: Il cerchio si stringe. Indagini sui bulli e spacciatori...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Segnalazioni su segnalazioni dopo il nostro appello.
Ecco a cosa serviva.
Foto e testimonianze.
Ecco a cosa serviva.
Ieri una madre ci ha ringraziato per aver raccolto lo sfogo di un figlio che aveva provato un po' e quel po' non vuole essere riduttivo ma solo cronaca, di cocaina.
Il messaggio anonimo più complesso da digerire e che si ripete di generazione in generazione è da parte di un ragazzo di 13 anni di Teramo.
Non si è drogato.
Ha semplicemente reagito.
Non ci stava a vedere il suo migliore amico cambiare umore, carattere, atteggiamento per la cocaina.

" Cercava soldi anche da me da noi. I soldi per i fumetti, per il telefono, per gli acquisti online. Era tutto per la cocaina di quelli che spacciano in gruppo.  Alla fine non so se mi sono comportato da vero amico ma ho fatto la spia. Ho racconatto tutti ai genitori. Ora non mi parla come tanti della mia classe ma sono sicuro di aver fatto la cosa giusta".

Si, amico mio, da oggi per noi, sei un piccolo eroe teramano.
La piccola bada di bulli e spacciatori?
Hanno le ore contate.
Le Forze dell'Ordine sono sulle loro tracce-

Foto Internet


Contatti 
Mail falconigiancarlo@gmail.com
Whatsapp 3405304066


 

Commenta

Commenti

Serve una campagna di sensibilizzazione nelle scuole nej luoghi di ritrovo. Serve far capire cosa la droga puo ckmporrare il tipo di vita che ti fa fare. A volte giroper teramo e vedo questa gente che ormai ha la vita bruciata senza prospettive. Una vita senza vite senza senso