Salta al contenuto principale

Teramo: La solita piazza Sant'Agostino del post Sabato sera...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Scommessa persa come al solito, come chi si illude, come chi pensa alla educazione e alla civiltà, come chi riflette il rispetto delle norme verso il prossimo.
I barbari, i maleducati, i cafoni senza la Siloniana memoria sono tra quelle bottiglie, in quella pizza mangiata a metà, nel parallelo di quel gusto senza lentezza.
Non sono solo malacreanti ma anche privi della minima cultura del baccanale.
Benvenuti a Piazza Sant'Agostino a Teramo, dove le Confessioni sono senza assoluzione.
Chi controlla?

Foto Lettore

Commenta

Commenti

La dislocazione delle bottiglie, sul monolite in marmo, ha una certa eleganza formale ... direi artistica. Trovo invece di un certo orrore le mattonelline rosse, in klinker, del marciapiede nella prima foto, e di particolare volgarità le mattonelle bianco-rustiche finto antiche, della seconda fotografia !!!