Salta al contenuto principale
|

L'ultima Giunta Brucchi...

3 minuti

Non è un articolo di politica.
Quando si scrive su Teramo è solo un pezzo di Costume e Società.
In fondo il consigliere comunale del nuovo gruppo misto, ex Futuro In, Vincenzo Falasca, si è presentato in bermuda dal Primo Cittadino.
La famosa ora d'aria di Maurizio Brucchi.
Prigioniero di Paolo Gatti, Paolo Tancredi e ammennicoli vari.
I Teramani?
Cercano di sopravvivere tra l'indifferenza, l'insofferenza, l'assenza di pensieri e reazioni.
Brucchi è nel pallone più totale.
Domani sarà presentata la nuova Giunta a sette.
No, scusate a sei tanto a Paolo Gatti non interessano le poltrone a parte quella della Te.Am.
Non scherzo perchè Paolo Tancredi vuole partecipare all'ultimo assalto alla diligenza.
Quindi Giunta a nove.
No perchè i Tre Tre hanno detto che Futuro In potrà avere solo due assessori.
Si, ma, il Commissario è una jattura.
Pensate, potrà fare come il sindaco Brucchi.
Governare senza Giunta e avere poteri straordinari ma senza pressioni politiche.

Teramo è in balia senza balia...
Ci vorrebbe un tutore politico.
Ci vorrebbe un insegnante di sostegno.

Il settimo sigillo?ggfgf
Il settimo assessore esterno?

Potrebbe essere un cittadino di Miano che ieri ha falciato l'erba pur pagando la manutenzione.
Uno dei tanti che chiude le buche pur pagando la manutenzione.
Uno dei molti che ha riparato una panchina pur pagando la manutenzione.
Ecco, potrebbe essere un risarcimento della peggiore politica degli ultimi decenni. 

Il Nuovo documento politico?
Scritto da un analfabeta sociale.
Sembra una scanzonatura raffazzonata.
Tutto ciò che non è stato fatto e che si farà nei prossimi mesi.
Populismo demagogico elevato a propaganda.

La Nuova Giunta?

Accattoni della politica.
Chi accetterà sarà consapevole di non rappresentare la maggioranza e di essere nuovamente a scadenza come prodotto non fresco.
Senza dignità. 

Il commissario?
Vi ricordate quando il modello Teramo di Chiodi, Gatti, Brucchi, Tancredi ci regalò il commissario per le elezioni regionali?
Ecco, allora era giustificato, oggi no.
Perchè?
Sempre una questione di poltrone...

Confusione.
La tattica della rinfusa.
Mettere a soqquadro e far finta che ci sia una logica.
Un costrutto.
Perdere il contatto con le vere esigenze della propria gente è la fine di questa politica.
Maurizio Brucchi terminerà qui la sua esperienza di amministratore.
Potrà recuperare la sua salute e altri stati d'animo.
Siamo contenti per lui.
Paolo Gatti potrà valutare come i teramani hanno perso completamente stima del suo operato.
Vedrete.
Paolo Tancredi?
Chi?

L'esilio dalle mura della Città.
Ecco la condanna.
L'unica cosa che è rimasta intatta di un capoluogo defenestrato e senza finestre.

Ancora poche ore e Brucchi, comprenderà, che le dimissioni sarebbero state l'unico vero gesto di amore verso Teramo. 
Ora è troppo tardi. 
Come ci sentiamo?
Spleen...e non va via come le macchie sulle mattonelle di Corso San Giorgio. 

Commenta

Commenti

|

Sindaco, la prego, si dimetta e mandi tutti a casa.
Lei mi ha salvato la vita e io ci tengo a rivederla sorridente e in forma.
Lo faccia per la sua famiglia e per i suoi amici, quelli veri.
A te Giancarlo, ho imparato a conoscerti negli anni.
Sei veramente intellettualmente onesto.
Se fossi nel sindaco ti chiamerei per futuri incarichi insieme al fidato Vinicio che saluto con vero affetto.

|

Ok falconi...ma vinicio..dai su.....!!!

|

Gatti sarà sempre sulla cresta dell'onda finché sarà votato da chi crederà nel posto di lavoro loro offerto o promesso dal felino teramano

|

Non dimentichiamo le scuole , settembre è alle porte !!! Ma tanto
sta tutt APPOST VERO SINDACO ?

|

Sindaco dal.profondo del cuore vada a casa rimetta il.mandato e torniamo a votare l anno prossimo