Salta al contenuto principale
|

Il Mercato dei nuovi poveri non termina nei centri di accoglienza...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Due mila euro per arrivare in Italia?
Tutto in contanti e con gli interessi da restituire nel bel Paese?
Una chiacchierata con Simon prima del fatto di cronaca e il gioco è ben compreso.
Nei centri di accoglienza le truffe sono all'ordine del giorno.
Non basta il miraggio di un lavoro e la criminalità che assolda nuovi economici spacciatori; non basta il lavoro in nero di alcune aziende agricole e l'ombra del caporalato: non basta il volantinaggio e pochi euro al giorno; non basta, era poco, insufficiente.
Oggi esiste il miraggio di una casa e tante altre piccole truffe.
Vittime?
I ragazzi o ragazze che parlano meno l'Italiano; che hanno un simil lavoro tra quelli citati, che possono pagare una minima cauzione a fondo perduto.
Il loro.
Si chiama capitale disumano e frutta milioni di euro all'anno e che alimenterà odio sociale, razzismo e la guerra dei nuovi poveri.
Indovinate chi sarà in mezzo a questo nuovo conflitto?
 

Commenta