Salta al contenuto principale

UNa statua di Mark Kostabi e un'altra occasione perduta dalla Città di Teramo...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Leggete il resoconto di un'altra occasione perduta dalla Città di Teramo.
Scrive Carmine Di Giandomenico. ( Foto Luca Calvani) 

" Ricordo l'estate in cui Mark ( Kostabi) voleva e vuole tuttora donare la sua creazione Scultorea a Teramo.
Ricordo un incontro casuale con lui a Civitella.
Dove si trovava con il Sindaco di Teramo con aperitivo.
Saluto tutti e vengo a conoscenza del desiderio di Mark. Che ovviamente non ha bisogno di presentazioni.
La difficoltà è la location. Li ascolto.
E non posso stare zitto. E intervengo.
Propongo a Mark il sito dove inserire la statua.
E le motivazioni del posto suggerito perché ricopre tutte valutazioni dei giochi di luce che Mark ricerca su di essa.
Mark si esalta e risolvo problema al sindaco, il quale gli promette che si farà sentire presto.
Buon finale. Bello. Solo che dopo un anno di attesa la statua ora è a Terni".

Commenta

Commenti

Andrebbero cacciati a furor di popolo, questa non è che una delle tante scempiaggini combinate da questi signori dalla loro elezione.
Incompetenti, assenti, arroganti, incapaci di gestire una struttura pubblica, ma soprattutto completamente DISAMORATI della propria città.
Una vergogna assoluta, da far rimpiangere il Brucchi I e Bis....

Ti richiamo..

non si risolvono i problemi di teramo con una statua.....

Proprio sicuro che la voleva donare e non vendere ?

A Teramo la cultura
è solo "rostelle e tazze " di birra e vino.
e la politica appoggia con aperistreet ecc.