Salta al contenuto principale
|

La Procura di Avellino sequestra altre barriere sui viadotti. Anche in Abruzzo. Ecco dove...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Leggiamo "Inchiesta-bis su Autostrade per l’Italia della Procura della Repubblica di Avellino si estende ben oltre i confini della provincia irpina. Dopo i sigilli su barriere e corsie di 12 viadotti dell’A16 Napoli-Canosa fra Baiano e Benevento e l’apertura del fascicolo conoscitivo sullo stato di quelle poste lungo i viadotti dell’A27 Ponte delle Alpi e Rio Salere, il Procuratore Rosario Cantelmo e il sostituto Cecilia Annecchini, titolari dell’indagine, hanno disposto il sequestro preventivo di altre 10 barriere sui viadotti dell’autostrada A14 Bologna-Taranto.Si tratta dei “Fosso San Biagio”, “Campofilone”, “Santa Giuliana”, “Santa Maria”, “Cerrano”, “Marinelli”, “Valloscura”, “Petronilla”, “Sp e Fosso Calvano” e “Vallelunga”, posti fra le ùscite di Pescara e Pedaso ( provincia di Fermo).
Aperti al traffico ma con velocità veramente ridotte.
Quaranta chilometri orari per i mezzi pesanti e 60 km orari per le auto.
Le domande rimangono sempre le stesse in un'Italia incapace di risposte.
Perchè non ci sono stati i controlli?
Perchè visto le evidenti mancanze di manutenzioni e di effettive strutture di sicurezza i pedaggi sono aumentati?
Esistono le responsabilità?

Ecco da dove partono i sequestri. ( foto sole24ore)
https://www.ilsole24ore.com/art/barriere-mortali-perche-hanno-sequestrato-12-viadotti-dell-autostrada-a16--ABefC5tB?refresh_ce=1


 

Commenta

Commenti

In tutto ciò che dobiamo fare? Non pagare più i pedaggi visto le penose condizioni delle ns autostrade. Non bastano i morti di Genova?