Salta al contenuto principale

Teramo: Sporchi e usurati i giochi dei giardini di Madonna delle Grazie...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Non ci sono i soldi.
Va bene. Crediamo nella solita scusa del portafoglio vuoto e che la mamma ci acquisterà  il gelato a fine mese.
Una domanda aleggia, la normale e ordinaria manutenzione di un bene che si è ereditato dalle passate Amministrazioni, si potrà effettuare? Nessuno chiede le telecamere; nessuno chiede le piattaforme per i bambini con un'altra abilità, esistono fondi specifici ma sarebbe da una Città Civile; nessuno chiede altre agilità mentali che per evidenza non sono comprese nel voto ma almeno, sostituire corde pericolose e pensare alla sanificazione dei giochi per bambini è possibile?
 

Commenta

Commenti

E' il solito problema della manutenzione. Si pensa solo alla realizzazione di un opera ma non si assicura poi la manutenzione che, in realta',e' fondamentale.In questo caso,il privato che ha donato i giochi avrebbe dovuto assicurare la manutenzione oppure pretendere (per iscritto) dal Comune di Teramo,la custodia e manutenzione dei beni donati. E' come quando si acquista un auto,non e' tanto acquistarla quanto mantenerla nel tempo revisionata e controllata ,in questo modo il bene dura nel tempo e non diventa pericoloso.