Salta al contenuto principale
|

La sicurezza: Casa inagibile dal mese di Giugno e nessuna notifica da parte del comune di Teramo...

1 minuto

Iniziamo con una domanda.
Prima leggete l'oggetto dell'ordinanza.
Urgente e contingibile.
Senza altre parole.
La questione in un piccola riflessione....

"Qualcuno mi spiega perché un'ordinanza, (la numero 1044) emessa nel mese di giugno dopo tre sopralluoghi da parte dei vigili del fuoco e della protezione civile che rassicuravano nessun danno strutturale dopo le varie scosse di terremoto avvenuto nei mesi scorsi, non è mai arrivata? Il tutto è venuto fuori perché l'enel gas ha messo i sigilli al contatore e grazie ad un operaio molto diligente siamo riusciti a scoprire che la casa in questione è stata dichiarata inagibile. Questa casa è ancora abitata. Questa casa ha rischiato il crollo (visto che i problemi vengono dal tetto) e lo rischia ancora se dovesse esserci qualche altra scossa. Il tutto con una persona dentro completamente ignara. Questa persona è stata invitata a presentarsi in Comune per avere copia della sua ordinanza. L'enel però l'ha ricevuta.. per fortuna in un certo senso altrimenti chissà in quale ipogeo si sarebbe smarrita.".

Ancora" Il problema è che di tutte le ordinanze emesse solo il 10% sono state notificate. Molte persone non sanno nemmeno di dover andar via o che le loro abitazioni hanno problemi strutturali. Il Comune e nella sua rappresentanza il Sindaco non possono pubblicare ordinanze solo sul sito internet. Molte persone internet non lo hanno. Molti non sanno nemmeno che questo tipo di cose devono essere pubblicate su un sito. Le sentenze in somma urgenza devono essere notificate entro le 24 ore. Se ci scappava il morto? Come sempre qui tutti commettono illeciti e nessuno paga. Andate in Comune a controllare la vostra situazione e fatelo al più presto! Gli alberghi sono già tutti pieni.​​​​​​".

Vi sembra normale?
Benvenuti a Teramo dove quasi tutto è inagibile, inadeguato, inconsapevole, ingiusto, inabile e non succede mai niente.
Fate Vobis...

 

Commenta

Commenti

|

che città di merda

|

Mi permetto di spezzare ina lancia a favore dei messi comunali. Il messo, non trovandomi ovviamente in una casa inagibile, mi ha telefonato al numero da me comunicato alla protezione civile, e mi ha notificato l'ordinanza sul posto di lavoro.