Salta al contenuto principale

Teramo senza controllo. Continui assembramenti e persone senza il rispetto della distanza sociale. Intanto a Seul...

di Giancarlo Falconi
3 minuti

La solita premessa.
Non correte con la mascherina, per favore, si rischia l'alcalosi.


Il dottor Alberto Macis, medico dell’Istituto di Medicina dello Sport della Fmsi (Federazione medici sportivi) e Coordinatore regionale Antidoping Sardegna della stessa Fmsi, rilasciate all’Unione Sarda, prima testata ad occuparsi della questione e da dove è poi partito il malinteso sui social:

“La mascherina è controproducentese indossata durante la corsa o, comunque, durante l’attività motoria. Parliamo, naturalmente, di mascherine chirurgiche, che hanno lo scopo di proteggere gli altri dalla vaporizzazione del respiro di chi le indossa. I ‘droplet’, le goccioline che veicolano il virus, vengono bloccate, proteggendo le persone che stanno accanto. Se si corre la mattina prestoè difficile incontrare altre persone. E il rischio si elimina comunque mantenendo la distanza di un metro dagli altri. Capisco che chi governa debba decidere facendo attenzione alla testa degli altri, ma la mascherina crea problemi. Se, per esempio, la si indossa durante un test da sforzo, io medico sono protetto da eventuali vaporizzazioni. Ma chi si sottopone a sforzo, con la mascherina che copre naso e bocca, respira una quantità maggiore di anidride carbonica, rischiando di andare in alcalosi e quindi rischiando lo svenimento. Perché, in questo modo, si respira una miscela di CO2 superiore a quella presente nell’aria.

Cos’è l’alcalosi?

Si tratta in sostanza di una “condizione patologica caratterizzata da un relativo eccesso di basi nei liquidi corporei, che provoca, se non compensata, un aumento del pH del sangue al di sopra dei valori fisiologici (circa 7.4), condizione denominata alcalemia, causata da una condizione polmonare”, (“si respira una miscela di CO2 superiore a quella presente nell’aria” dice il dott. Macis).

La sua classificazione tiene conto della concentrazione plasmatica di bicarbonato e di anidride carbonica, che valutate insieme forniscono un’indicazione di massima sui principali apparati coinvolti. Clinicamente si osserva iperventilazione (atti respiratori troppo frequenti), tachipnea (solitamente al di sopra dei 20 atti al minuto), nausea, vomito, parestesie, aritmie, coma, rigidità muscolare, vertigini, disturbi del visus.
Fonte https://lagoleada.it/alcalosi-sconsigliato-correre-mascherine/29887/

Ieri a Teramo nel nostro lungo fiume, lungo Corso San Giorgio abbiamo assistito al via libera tutti con continue comunelle, abbracci, baci e strette di mano. Mascherine portate a modello solleva doppio mento e alitate varie.
Nel frattempo questa politica di mancate attenzioni, basterebbe l'uso della mascherina in prossimità di qualcuno e la distanza sociale con qualcun altro, nel mondo sta causando il ritorno ( mai andato via) prematuro del Coronavirus.
Leggiamo da AdnKronos ( 
Crescono di giorno in giorno i timori a Seul per la diffusione di quello che viene definito "un virus veramente crudele". Sono infatti 133 i casi di Covid-19 confermati dalle autorità sanitarie in relazione a locali e discoteche del distretto di Itaewon. Preoccupano le catene di trasmissione dell'infezione nell'area metropolitana di Seul, che - con 25 milioni di abitanti - comprende Seul, la provincia di Gyeonggi e Incheon. Le autorità temono che il virus si sia diffuso con la ripresa della movida a fine aprile).

Controlli, attenzione, sanzioni, educazione sanitaria, condivisione, cura, rispetto degli altri o una generazione ucciderà un'altra generazione. 

Commenta

Commenti

La consapevolezza di quello che è accaduto in ciascuno di noi è direttamente proporzionale alla comprensione di quello che il virus ha fatto e sta facendo nella nostra vita di tutti i giorni. Fin quando non lo avremo compreso profondamente ci troveremo punto e a capo.

Spero che questo articolo venga letto da più persone possibili

Sotto casa mia negli ultimi 4 giorni sono svenute due signore a causa di ciò

Allora delle due l'una: O non fanno footing o vanno a correre in strade larghe. Sul lungo fiume è impossibile. Quando passano emanano vapore e hanno il cosidetto fiatone che fa danni.

E Corso San Giorgio oggi pomeriggio? Ma cosa ha la gente in testa?