Salta al contenuto principale
|

Il Presidente del Consorzio di Bonifica Nord ci risponde sul Cioccolatino...

di Giancarlo Falconi
4 minuti

Pubblichiamo e riceviamo la risposta dell'esimio Presidente del Consorzio di Bonifica Nord, il dott. Tito Pulcini.
Un dettame che avrà a corredo la nostra nota.

1)Spett.le Giancarlo Falconi
In questi ultimi giorni abbiamo letto i suoi articoli su “I Due Punti”, ma abbiamo preferito non risponderle perché riteniamo che purtroppo Lei sia stato vittima di qualcuno che vuole usare il suo blog per portare avanti una campagna diffamatoria gratuita, insensata e infondata contro il Consorzio di Bonifica Nord.
In particolare, ci perdoni la battuta, la sua battaglia del “cioccolatino”, seppur mediaticamente accattivante nell’attrarre gli strali di qualche “leone da tastiera”, non sta né in cielo né in terra. Infatti lei pubblica uno scontrino senza alcun riferimento: ci spiega come fa ad attribuirlo al nostro Ente? Per quanto ne sappiamo e per quanto ne sa lei potrebbe essere lo scontrino di chiunque o sbagliamo?!

 

1)Spettabile, caro presidente, viene utilizzato solo in caso di corrispondenza con una ditta.
Sappiamo che lei per lavoro è abituato a trattare solo con pochi e fidati imprenditori, ma le consigliamo una migliore cura delle formalità intestate.
Rimaniamo a sua disposizione per ogni forma gratuita di collaborazione e senza rimborsi.
Lei sentenzia di una campagna diffamatoria.
Esistono tre gradi di giudizio e non credo lei possa rappresentare un Tribunale, una Corte di Assise o la Cassazione.
La invito, pertanto, se dovesse sentirsi diffamato da alcune lecite domande dettate dal desiderio di trasparenza, di denunciare lo spettabile Falconi nelle sedi competenti e di attendere gli esiti dei processi.
Il termine leone da tastiera è utilizzato in maniera decontestualizzata e sullo scontrino o sulle tante fatture a corredo, la invito a fare una ricerca sugli articoli de I Due Punti e scoprirà, caro Presidente Pulcini, quanti galli si sono dimostrati polli, tra i suoi predecessori.

2) In particolare, ci perdoni la battuta, la sua battaglia del “cioccolatino”, seppur mediaticamente accattivante nell’attrarre gli strali di qualche “leone da tastiera”, non sta né in cielo né in terra. Infatti lei pubblica uno scontrino senza alcun riferimento: ci spiega come fa ad attribuirlo al nostro Ente? Per quanto ne sappiamo e per quanto ne sa lei potrebbe essere lo scontrino di chiunque o sbagliamo?!Ora non stiamo qui a chiederle chi sia la sua “talpa” perché sappiamo bene quanto voi giornalisti ci tenete, giustamente, alla difesa delle vostre fonti, ma le assicuriamo che questa campagna mediatica contro il Consorzio di Bonifica Nord non sta facendo affatto gli interessi della collettività e sta invece ledendo il buon nome ed il quotidiano e puntuale lavoro di tante gente.Ovviamente non le chiediamo di crederci sulla parola, ma visto che sono tante e circostanziate le accuse che ci nuove noi vorremmo invitarla a passare a trovarci in sede, così che potremo puntualmente, darle le risposte che chiede, così da mostrarle gli importanti e numerosi servizi che il nostro Ente rende alla collettività, agli agricoltori e ad un territorio, quello teramano, che vive purtroppo gravi carenze.Certi di una sua risposta, la attendiamo in sede.

2)  I Due Punti, gli spettabili Due Punti, rappresentano dalle notte e dai giorni di ogni tempo abruzzese, l'interesse della collettività.
Commossi dalle sue parole. sui numerosi servizi del vostro Ente, le ricordo che siete pagati per fare il vostro dovere, in fondo, sarebbe come leggere un medico che si vanta di curare i propri pazienti o Giancarlo Falconi che si vanta di denunciare le attività di mala gesto di un ente pubblico.
Il corso naturale della vita.
Non abbiamo letto nulla, sull'esito del concorso e sulla presenza in graduatoria, di due figli di vostri dipendenti.
Non abbiamo letto nulla sulle madri, i padri, sui membri della deputazione e sui loro colleghi di lavoro. 
Siamo tutti una famiglia.
Il suo invito è un gesto di gentilezza di padrini lontani e dopo la cura delle altre puntate, che dedicheremo al suo Ente, ci piacerebbe leggere risposte di altro lignaggio, di antica discendenza, che siamo sicuri lei possa degnamente rappresentare.

…e non finisce qui...prossima puntata le somme urgenze. 

Commenta

Commenti

Risposta da geni della comunicazione!
La vera risposta sta nel logo del consorzio. Guardatelo in orizzontale e fatevi una risata. Altro che cascata!
Povero Abruzzo!

Parafrasando una battuta di un noto film si potrebbe dire :"solo chiacchiere e poltrone".
Vai avanti Falco...meglio un leone da tastieta che un ......da poltrona.

Faccio riferimento a quanto affermato dal presidente del Consozio Bonifica Nord:
"così da mostrarle gli importanti e numerosi servizi che il nostro Ente rende alla collettività, agli agricoltori e ad un territorio, quello teramano, che vive purtroppo gravi carenze.Certi di una sua risposta, la attendiamo in sede."
Allora una domanda? lo scrivente ogni anno paga "non so perche" la quota, a detta dell'ente obbligatoria, visto che le quote dovrebbero essere obbligatorie solo sulle zone dove ci sono servizi, ci spiega nell'area dell'alto Tordino negli ultimi vent'anni quali sono state le opere fatte ed in fase di progettazione?
Grazie

@Pino.
Complimenti. Osservazione geniale! Non ci avevo mai fatto caso!