Salta al contenuto principale
|

Sara è malata di Sma. Sara ha bisogno di te...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Prima di iniziare.
"SMA è l’acronimo di atrofia muscolare spinale, una malattia delle cellule nervose del midollo spinale, quelle da cui partono  i segnali diretti ai muscoli. Colpisce i muscoli volontari usati per attività quotidiane quali andare carponi, camminare, controllare il collo e la testa, deglutire.
La malattia è caratterizzata da un progressivo indebolimento dell'apparato muscolare a partire dai muscoli più vicini al tronco. Fra i sintomi e i segni clinici ritroviamo l'ipotonia, ipostenia, atrofia muscolare, debolezza muscolare e paralisi.

Si mostrano anche disfunzioni cardiache, e nella forma I si presenta spesso anche fascicolazione della lingua.
Attualmente non esiste una cura, anche se numerosi sono gli studi clinici che stanno cercando una soluzione definitiva".

Sara ha sette anni ed è malata di Sma.sara 7
Sara non cammina bene.
Sara abita a Pianacce di Silvi.
Sara sale le scale in braccio al suo papà o alla sua mamma.
Sara ha bisogno di un montacarichi.
Un piccolo ascensore che potrebbe donarle un pò di libertà.
Un sali e scendi automatico per far riposare i genitori.
Sara cresce ogni giorno con la sua fedele compagna di dolore. 
La piccola raccolta fondi ha raggiunto diecimila euro.
Il lavoro ultimato sfiorerà i 20 mila euro.
Un piccolo gesto per un imprenditore, per delle aziende, piccole presenze per noi.
Insieme possiamo fare tanto per Sara.
Siamo diversi perchè... è il mondo la nostra famiglia...

Per informazioni scrivete a Giulio Scarpantonio spaldi@libero.it

Commenta

Commenti

X CHI COME ME FREQUENTA DA ANNI IL BAMBINO GESÙ CAPISCE LA SOFFERENZA E COMPRENDE LA MALLATTIA! PECCATO CHE MOLTE SOLUZIONI SONO A PORTATA DI MANO MA SPESSO LA BUROCRAZIA E IL POTERE FARMACEUTICO NON PERMETTE DI AVERE SCONFITTI ALCUNI PROBLEMI. SPERIAMO CHE SI POSSA VIVERE TUTTI ALLO STESSO MODO!

Grazie! Aiutiamo Sara.

Sono d'accordo con lei,anche noi da anni ci rivolgiamo al Bambin Gesù',ospedale pediatrico di eccellenza a livello europeo ed anche mondiale.
Spesso però' capita che fra i vari reparti i medici non comunicano fra di loro,peccato...........perché' questa mancanza di comunicazione fra medici,spesso tende a disperdere parte del lavoro da loro fatto ed inoltre crea anche nei genitori una certa apprensione ed incertezza.Resta comunque un ospedale magnifico,dove si comprende la immensa sofferenza degli altri bimbi e genitori e si riesce a consolarsi nel proprio dolore.
A questi medici meravigliosi ed ai loro collaboratori,va la nostra gratitudine,insieme anche ai pediatri e cardiologi del nostro ospedale Mazzini.
Un nonno..........

Bravissimo Giancarlo,
Spero che questo tuo appello venga accolto da tanti in un giorno come questo di Pasqua ,in cui i nostri cuori dovrebbero aprirsi verso l'altrui sofferenza.
Mi auguro che sarete in tanti a contattare il nostro Giancarlo e tendere una mano a questa bimba così' sfortunata.
Sara ti mando un abbraccio forte forte ed un bacione.
Un nonno teramano