Salta al contenuto principale

Teramo. Via Biondi è la strada più pericolosa in Città...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Il Cammino di Santiago de Compostela è una delle vie di peregrinazione più importanti della storia, tanto che la città è considerata la terza città santa per la cristianità dopo Gerusalemme (da cui tutto partì) e Roma.
Via Biondi che sale per le strade dell'abbandonata Colleatterrato, un non ridente quartiere di Teramo, nonostante la posizione imperante tra il mare e la montagna, è la strada più pericolosa del capoluogo aprutino.
Segnalata da tutti anche dalle Forze dell'Ordine sarà presentata nel prossimo convegno romano sulla dimostrazione evidente dell'assenza di un'Amministrazione in un territorio.
Pericolosa con le sue canne al vento di deleddiana memoria, ci farà scrivere pagine intere di incidenti e di continue cadute da parte di ciclisti e pedoni.
Il rischio è l'invasione della corsia di marcia per evitare di essere infilzati o tagliati.
Che fare?
Attendere tempi migliori e sperare nel ravvedimento. 
 

Commenta

Commenti

Occorre immediata manutenzione e controllo degli alberi. Alcuni sono pericolosamente inclinati ed a rischio caduta sulla strada. Il boschetto infatti di lato a questa strada si è pericolosamente portato avanti dalle alluvioni passate facendo inclinare alcuni alberi sulla medesima via. Se ci saranno altre alluvioni si rischia la catastrofe. Occorre immediatamente manutenzione

Che tristezza!

Questi ancora non tagliano un filo di erba nelle strade. E siamo a metà luglio. Ricordo un assessore di qualche anno che annunciò; quest'anno per la manutenzione del verde e il decespugliamento delle strade abbiamo risparmiato tanto. Grazie al cavolo la manutenzione non la fecero.
La solita storia "non ci sono i soldi" dicono. Ma allora perchè vi scannate per amministrare ?

Era ora che qualcuno si accorgesse che quella strada e molto pericolosa, di notte poi e tutta buia, senza illuminazione.

La s.s. 80 nel tratto che va dal pastificio D'Antonio al cartello inizio città di Teramo non è da meno con canneti che si protraggono fino a metà corsia!!!

Il laghetto di Colleatterrato Alto, con la fitta vegetazione e completamente scomparso.

Oggi 20 luglio, stanno ripulendo via biondi, era ora!!