Salta al contenuto principale
|

Gran Sasso: Esperimento "Radioattivo" a insaputa della Regione. Il segreto militare

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Dieci anni fa.
Non dimenticherò il mio fallimento.
Quell'inchiesta sul cancro a Isola del Gran Sasso, Cerchiara e il suo cancro allo stomaco e comuni limitrofi arenato di fronte al segreto militare.
Io e Germana Goderecci, ex assessore al sociale del comune di Teramo.
Una bancarotta professionale che mi trascino come un fardello insopportabile.
Nessun dato epistemologico.
L'Abruzzo e il suo registro dei tumori è ancora troppo giovane.
Non ci fidiamo.
Il silenzio del Governatore D'Alfonso è colpevole tanto quanto la sua parola.
Il vice presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, non era a conoscenza di niente e ora dichiara che comunque la ricerca non può essere bloccata.
I sindaci?
I consiglieri di maggioranza?
I consiglieri di opposizioni?
Da chi o cosa sono spaventati?
Dal più grande contenitore di Tungsteno mai prodotto al mondo che conterrà la fonte di Cerio 144 proveniente da un reattore Russo?
Lolli non sapeva nulla.
Il progetto è stato finanziato nel 2013 con quasi 4 milioni di euro.
Lolli non sapeva nulla.
Le dichiarazioni del direttore INFN Stefano Ragazzi, sono allucinanti come l'"insaputezza" di Lolli.
" Vi assicuriamo la nostra disponibilità futura".
Grazie, gentilissimo.
La prossima volta avrà la buona dedizione e cura di avvertirci di un simile esperimento, prima, che venga colto con il dito nella marmellata.
Lolli ancora parla dei 200 cento metri.
Il famoso decreto legge che obbliga la distanza tra una captazione e sostanze di principio inquinanti.
Secondo voi, in caso di incidente, a una simile radioattività cosa può interessare la soglia dei 200 metri?
Tutti i reattori atomici sono schermati e sicuri, fino alla prima prova contraria e al disastro.
Poi? 
Lolli non lo sa...tutto è avvenuto a sua insaputa. 
Presto una grande manifestazione Ambientalista.
Avvertiremo la Regione e Lolli.
Basta con le figuracce. 


 

Commenta

Commenti

io, speriamo che me la cavo;
anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano;
l'Abruzzo, cavia umana, presto MARCERÀ su ROMA, ma dopo aver murato quel SARCOFAGO chiamato Laboratorio....con tutti i suoi veleni!
Allons enfants
Aznavour

chiudiamolo....Zichichi ha rotto le balle......