Salta al contenuto principale
|

Perchè continuare a imbrattare una Città sporca?

2 minuti

Come si rovina il ricordo di un affetto importante?
Poche settimane fa ho perso una cara amica.
Morta di cancro.
Era un'insegnante di Lettere e faceva volontariato.
Ripetizioni gratuite a molti ragazzi problematici con genitori detenuti in diverse case circondariali d'Italia.
Ragazza e donna fantastica.
Mi manca.
Le volevo bene, tanto. 


Lei amava il bello anche dove il bello non si vedeva.
Mi diceva sempre di guardare oltre le apparenze e di attendere.
Una parola al giorno per togliere di torno il superfluo.
Mi manca, tanto.
Nello stesso modo in cui ai ragazzi della curva può mancare il loro amico "Culone".
La differenza?
Immaginate ora cosa possa diventare Teramo o un'altra Città, se  ogni nostro lutto diventasse una scritta evocativa su di un muro pubblico.
Chi trascorre il proprio tempo a imbrattare Teramo con i simboli tipo " Culone", offende la sua memoria e commette violenza nei confronti degli altri cittadini.
Non è coraggio ma vigliaccheria.
Non è un bel ricordo ma sciatteria.
Danneggiamento.
Non è amore ma odio.
Non è rispetto ma il dispetto sotto forma di un onore senza coraggio.
Si muovono nella notte come ombre, pavidi e senza forma.
La mattina dopo, un'altra ferita, in una città offesa da una politica inesistente, un'economia inesistente, dal lavoro inesistente, dalla ricostruzione inesistente, dalle scuole inesistenti, dalle strade inesistenti, da poltronisti esistenti, dalla cultura inesistente, dall'interesse inesistente.
Non è solo così perchè Teramo ha diverse sembianze, anime e resistenze.
Culone vive con la mia amica. Ne sono sicuro. Una carezza e il suo solito studia e ripeti ad alta voce. Ti devi sentire. Ascoltare.
Perchè non ricordare un amico con la bellezza e non con la bruttezza?
Culone è morto e vive dentro il cuore di chi veramente gli ha voluto bene.
Avete mai pensato che quelle scritte siano colpi di coltello in piaghe aperte?
Che il dolore di un lutto va condotto verso l'abreazione?
Avete mai pensato che la vera rivoluzione sia ripulire una Città sporca?
Non siate complici del malfatto.
Immaginate l'effetto.
Unici in Italia.
I ripulitori. Si parte dall'aspetto fisico per arrivare a quello etico e morale.
Usare una gomma per cancellare il disarmonico.
Essere i primi e inondare un paese di buoni esempi.
L'effetto sarebbe devastante e creare dipendenza.
L'unico virus senza vaccino ( per ora).
Culone sarebbe felice.
Che riposi in pace. 

La mia amica?
Mi manca.
Tanto. 



 

Commenta

Commenti

|

Speriamo che la delicatezza delle tue parole non affondi assieme al resto della città.

|

Caro Giancarlo, come diceva il buon Luigi Garzya : "sono pienamente d'accordo a metà".

Hai ragione quando parli di ripulire una città sporca, e sostituire la bruttezza con la bellezza. Un po' meno sul resto, credo che la maggior parte della street art si faccia, di notte come ombre. Ma sì può fare anche alla luce del sole! Ecco però, appunto ARTE, nella cerchia dei ragazzi che rimpiango il loro amico, c'è gente capace, che ha realizzato lavori che secondo me hanno abbellito il muro sul quale è stato posizionato. Lavori dietro i quali c'è dello studio e della preparazione. Queste persone dovrebbero, proprio per innescare un moto positivo, non solo prendendo le distanze da gente incapace anche di tenere in mano una bomboletta, ma proprio evitare che tali porcate vengano fatte! Teramo è piena di muri che potrebbero essere abbelliti (anche il comune potrebbe metterli a disposizione senza troppi problemi). Sì potrebbe dare la possibilità a chi è capace. Una tela grigia su cui esprimersi (non su travertino o altro).
Per il resto anche Banksy opera in maniera sfuggente, nascosta, violando anche spazi non concessi, per fare delle denunce sociali e politiche... però almeno è bravo. Quando lascia un'opera sul muro, quel muro acquista importanza.
Questi qui sono dei zozzoni senza capacità, al massimo possono fare gli imbianchini, ma anche lì dovrebbero studiare per arrivare al livello dei professionisti.
Buona giornata!

|

Pensieri di ottimo livello sprecati per una città bigotta clericale berlusconiana.

|

Caro Roberto, la mia lettura si riferiva esclusivamente a queste scritte volgari e prive di talento. Non dicutevo altre forme di arte da strada, di cui rimango un estimatore.

Grazie per il tuo pensiero.

|

Articolo molto bello e profondo.