Salta al contenuto principale
|

Pescara vuole scippare Giurisprudenza a Teramo

di Giancarlo Falconi
1 minuto

La solita vecchia storia.
Quasi un duello tra Magnifici.
Quasi una sfida a ruba bandiera.
Un mese fa con Vera Tv chiedemmo al sindaco D'Alberto il pericolo effettivo di questo tentativo di portare via dal Capoluogo, una delle poche risorse di cultura, ricerca, etiche, morali, storiche ed economiche della Città di Teramo.
Il sindaco, ex studente e ricercatore della stessa Facoltà ci fece una promessa ben chiara.
https://www.youtube.com/watch?v=CX_Js-ZtLEY " Giurisprudenza sarà sempre Teramana".
La nostra era una domanda fuori luogo?
C'è veramente questo pericolo?
Chi sarà il futuro Rettore dell'Università dell'Adriatico?
Luciano D'Amico, attuale Magnifico in carica di UniTe?
Che cosa pensa il Magnifico Eletto, Dino Mastrocola?
IL Primo Cittadino, Gianguido D'Alberto  nel suo lungo discorso conferma il muro alzato per Giurisprudenza, speriamo che non faccia la fine del più famoso "divisorio" di Berlino. 

Commenta

Commenti

Nelle marche le facoltà di giurisprudenza sono addirittura tre Macerata urbino e camerino. Nessuno può negare apertura nella stessa Regione di facoltà uguali vedi mrdicina economia sia aquila che pescara. Dobbiamo pero migliorare i servizi e la qualità di indirizzi e soprattutto la formazione post lauream totalmente dimenticata sia per master che corsi di formazione.