Salta al contenuto principale

Regione Abruzzo: Obbligo all'Aeroporto Internazionale i test molecolari per i passeggeri che arrivano da Malta, Spagna e Regno Unito

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Il Presidente della REgione Abruzzo, Marco Marsilio, ordina...

 1) l’esecuzione, all’atto dello sbarco presso l’Aeroporto Internazionale d’Abruzzo, dei test molecolari per la rilevazione del virus SARS COV 2 nei confronti dei passeggeri provenienti da Malta, Spagna e Regno Unito; 2) alla ASL di Pescara ed alla ASL di Lanciano Vasto Chieti, di predisporre - di concerto e con effetto immediato – tutte le misure organizzative utili ad assicurare l’attuazione di quanto ordinato al precedente punto 1); 3) che la presente ordinanza sia suscettibile di estensione anche nei confronti dei passeggeri provenienti da altri Paesi rispetto a quelli sopra declinati , in coerenza con l’evolversi dello scenario epidemiologico; 4) che la presente ordinanza - immediatamente esecutiva per gli adempimenti di legge - sia trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti competenti per territorio, alla Direzione marittima di Pescara, all’E.N.A.C., alla S.A.G.A. S.p.a. ed alle AA.SS.LL. della Regione Abruzzo; 5) che la presente ordinanza sia pubblicata sul sito istituzionale della Regione. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge. La presente ordinanza sarà pubblicata, altresì, sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.

Commenta

Commenti

Anche lui protagonista
Emettere ordinanze per restare rilevanti
Bla bla bla intanto quanti vaccinati?
E se vaccinati perché sottoporli a test, quarantene e lazzaretti? La scienza si segue o NON si segue

PENSIERINO DELLA SERA

Se il tempo è nuvoloso di mattina
un altro anno di merda si avvicina!
Com'è triste Venezia
Aznavour

E l'Olanda dove la mettete? Ieri si parlava del suo aumento covid del 500 per cento, e contemporaneamente venivano intervistati in aeroporto passeggeri provenienti da ogni parte del globo (Olanda compresa) ma tutti dichiaravano di non aver subito controlli né alla partenza né all'arrivo in Italia...