Salta al contenuto principale
|

Malasanità: Quando una telefonata parla di educazione e sensibilità...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Immaginate di avere un male, un dolore, una malattia.
Immaginate l'ansia per una visita importante.
Immaginate di prendere il solito permesso dal lavoro per poter raggiungere il medico dell'asl di Teramo.
Immaginate di non essere state avvertite.
Immaginate di non aver avuto spiegazioni.
Immaginate che il medico era in permesso perchè candidato alle ultime amministrative.
Perchè non telefonare per disdire l'appuntamento?
Come vi sentireste? https://www.youtube.com/watch?v=nx8LDouMhdA&feature=youtu.be

Commenta

Commenti

Personalmente credo che non sia etico per un medico candidarsi nel collegio dove esercita. Penso all'imbarazzo in quanto paziente di ricevere il santino dopo una visita o consulto.... Di essere fragile di fronte al sanitario che sa tutto di te, che conosce le tue paure, ansie, problematiche....

Ci sono medici che hanno capacità, competenza rispetto, sensibilità altri per i quali la salute del paziente é secondaria. La loro priorità è fare denaro. Sono i maleducati, quelli che non hanno un minuto in più da dedicarti per un chiarimento, i sovraffollati, chiedi un appuntamento oggi (nello studio privato) e sono disponibili fra 4 mesi, gli evasori che con il ricatto di uno sconto sull'onerosa parcella non fanno la fattura!

non muore nessuno se la visita viene spostata di una settimana....

Parlate dei medici ma vorrei farvi notare che i dirigenti scolastici candidati ed eletti hanno ancora più potere sui loro studenti. Penteci un po'!!!