Salta al contenuto principale
|

Gli accalappiaGatti degli apparentamenti. Contrari solo D'Alberto e Morra...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Balliamo da soli?
Due persone che si vogliono bene e che ricevono attestati di stima per stile, educazione e sensibilità umana.
Giandonato Morra e Gianguido D'Alberto.
Ricordo che in tempi non sospetti, l'avv. Morra era disposto a coocrdinare una vera alleanza civica trasversale per aiutare la candidatura del prof. D'Alberto.
Ora si ritrovano l'uno contro l'altro e con la fermezza di evitare gli apparentamenti.
Loro ma non gli alleati.
Nessuno ha sentito dire da Sandro Mariani o da Paolo Gatti di essere contrari agli apparentamenti.
Nessuno ha sentito proferire da Renzo Di Sabatino di essere un oppositore delle alleanze. 
Eppure, gli incontri con Di Dalmazio, Cavallari, Covelli, Dodo, Valdo Di Bonaventura ( non eletto ma sano portatore di voti che ci deve una cena di pesce) sono iniziati nel tardo pomeriggio di ieri sera.
Il buio tardava ad arrivare.
Siamo in estate e l'ombra della sera non è proprio amica e la sagoma scattante di Mauro Di Dalmazio, fulminava da uno studio all'altro di Teramo.
I giochi degli  accalappiagatti sono iniziati...
 

Commenta

Commenti

mi sembra normale cercare i voti di chi ha perso, ma dove vivete??

Qulcuno mi risponda: Come è possibile che si candidi a Teramo chi viene da fuori comune ? Per chi li ha votati: Come potete credere che chi viene da Montorio o Torricella o Canzano possa fare il bene di Teramo ? Ed ancora: Perchè non si candidano o si sono candidati nei loro comuni di residenza