Salta al contenuto principale
|

Teramo: Altre due auto con i vetri distrutti. Si controllano le telecamere...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Prima di Tutto, un abbraccio alla nostra amica Paola.
La sua analisi su Facebook è condivisibile " Al pezzo di fango (o ai pezzi di fango) che questa sera in Via D'Annunzio si è divertito (o si sono divertiti) a distruggere il finestrino della mia macchina, auguro tanti finestrini rotti alle auto di mamma, papà, fratello, sorella, nonno, nonna, zii, zie, cugini e parenti tutti, ed alla sua (o alla loro) di macchina quando potrà (o potranno) permettersi di comprarne una, ma anche allora rimarrai (o rimarrete) uno sfigato (o tanti sfigati)".

Stessa sorte per un'altra automobile in via dell'Anfiteatro.
Vetri in frantumi e tanta rabbia.
I controlli?
La sicurezza?
Le telecamere?
Il turno notturno della Polizia Locale ( 28 agenti per un'esigenza di oltre 70?)
Aspettiamo... e tanti danni a tutti. 
 

Commenta

Commenti

Si corre per mettere riparo ad una eventualità (chiusura scuole per possibile neve), si dorme su fatti conclamati.
Buon riposo.

Forse perché sono in divieto di sosta??

A chi si fa dell ironia sul fatto che le vetture sono in divieto di sosta rispondiamo dicendo che il divieto di sosta è violazione del codice della strada punita con sanzione il vetro rotto è un danneggiamento quindi un reato contro il patrimonio punibile dal codice penale. Altra considerazione ma se lo facessero a a te pensi pure che hai parcheggiato in divieto di sosta?