Salta al contenuto principale
|

Dieci mila persona a Teramo per dire no al rischio radioattività. Si alla sicurezza delle captazioni vicino al Laboratorio del Gran Sasso.

di Giancarlo Falconi
4 minuti

Scriveva Leonardo Da Vinci

 

L'acqua che tocchi de' fiumi è l'ultima di quelle che andò e la prima di quella che viene

Così il tempo presente.

Hanno partecipato alla Manifestazione oltre a migliaia di cittadini di tutta la Regione Abruzzo e provenienti dal Lazio, Molise, Marche ed Emilia Romagna,

  • l'ARCICAI
  • Cittadinanzattiva
  • FAI
  • FIAB
  • Guardie Ambientali d’Italia
  • Italia Nostra
  • Legambiente
  • Mountain Wilderness
  • ProNatura
  • WWF
  • Abruzzo Social Forum
  • Associazione Circolo Culturale Chaikhana
  • Associazione Italiana Medicina per la Prevenzione della Guerra Nucleare
  • Auser provinciale di Teramo
  • Brigate di Solidarietà attiva
  • Centro di Educazione all’Ambiente dei Calanchi di Atri
  • Centro di Educazione all’Ambiente “Monti della Laga”
  • Centro di Educazione all’Ambiente “Scuola Verde”
  • Comitato di Quartiere Cona, Fonte Baiano e Piano Solare di Teramo
  • Comitato NoBiomasse L’Aquila
  • Comitato Salute pubblica di Colonnella
  • Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Teramo
  • I Due Punti
  • Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua
  • Gruppo AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) San Nicolò a Tordino
  • Istituto Abruzzese Aree Protette
  • Mobilitazione Gran Sasso
  • Nuovo Senso Civico
  • Oasi WWF dei Calanchi di Atri
  • Prospettiva Persona
  • Rifiuti Zero Teramo
  • Salviamo l’Orso
  • Stazione Ornitologica Abruzzese
  • Teramo Nostra
  • CGIL di Teramo
  • Confederazione Italiana Agricoltori - Teramo-L’Aquila
  • Confesercenti Comunale di Teramo
  • Confesercenti Provinciale di Teramo
  • Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Teramo
  • Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Teramo
  • Sindacato dei Medici di Famiglia FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) della Provincia di Teramo.
  • Articolo 1 MDP - Provincia di Teramo; Giovani comunisti - Abruzzo; Movimento 5stelle - Abruzzo
  • Movimento 5stelle - Nereto
  • Movimento 5stelle - Teramo
  • Movimento 5stelle - Tortoreto
  • Partito Democratico provinciale di Teramo
  • Partito Rifondazione Comunista Abruzzo
  • Progressisti per il Partito Democratico - Teramo
  • Prospettiva Comune - Teramo
  • Sinistra Italiana Federazione regionale d’Abruzzo
  • Sinistra Italiana Federazione provinciale di Teramo

L’appello degli artisti per l’Acqua.

Abbiamo chiesto a vari Artisti di prendere parte alla campagna per l’Acqua Trasparente come protagonisti e non come semplici spettatori. Questi sono i primi firmatari dell’appello del mondo dell’arte:

Arturo Valiante, Pianista

Grazia Scuccimarra, Attrice

Bruno Marcozzi, Batterista

Elisa D’Eusanio, Attrice

Silvio Araclio, Attore Direttore Compagnia Teatrale Spazio Tre

Fabrizio Leonetti, Clarinettista

Mauro Di Girolamo, Attore

Eleonora Coccagna, Direttrice ACS Abruzzo Circuito Spettacolo

Pierpaolo Candeloro, Sassofonista

Compagnia Gli Sbandati Compagnia Teatrale

Loskit Orkestra Gipsy Balkan Music

Alessia Martegiani, Cantante

Massimiliano D’Aloisio, Attore/regista

Emanuela Di Francesco, Attrice

Erri De Luca, Scrittore.

Le ragioni della Manifestazione

Torneremo a ribadire la necessità che l’acqua del Gran Sasso sia messa finalmente in sicurezza. Le denunce delle associazioni ambientaliste sui pericoli legati alle interferenze dei Laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e delle gallerie autostradali con l’acquifero che rifornisce circa 700.000 abruzzesi nelle province di Teramo, L’Aquila e Pescara risalgono ai primi anni 2000. In oltre 15 anni la situazione è rimasta sostanzialmente invariata nonostante investimenti per oltre 80 milioni di euro gestiti durante la fase commissariale.

E allora i cittadini che domani marceranno a Teramo chiedono:

Trasparenza e partecipazione. Tutta la vicenda dell’acqua del Gran Sasso è stata caratterizzata dalla mancanza di informazione e partecipazione. I cittadini hanno invece il diritto di sapere cosa succede all’acqua che arriva nelle loro case e all’ambiente in cui vivono.

Sicurezza per l’acqua. La consapevolezza dell’interferenza tra acquifero/autostrada/laboratori necessita atti concreti per mettere finalmente in sicurezza l’acquifero del Gran Sasso. Lo scorso 8 maggio si è potuto verificare che la sicurezza non è affatto garantita. Leggiamo dichiarazioni sulla stampa di fondi nazionali per nuovi interventi: si tratta di una buona notizia, ma va chiarito cosa si intende fare perché è il momento di affrontare una volta per tutte il problema e adottare soluzioni efficaci che mettano al primo posto la tutela della salute e dell’ambiente.

Azzeramento del rischio. La soluzione definitiva richiederà tempo. Nel frattempo va azzerato il rischio di incidenti. Vanno aumentate la qualità e la quantità dei controlli, ma soprattutto, in presenza di una conclamata interferenza non si può continuare a mantenere e aumentare il carico di materiale pericoloso, men che meno radioattivo, fatto transitare, immagazzinato e utilizzato sotto il Gran Sasso.

Segui la diretta Facebook:

Commenta

Commenti

....e il Sindaco di Teramo?

L esperimento SOX autorizzato sin dal 2014 dal Min dello Sviluppo. !!!
E come se non bastasse, sono aperti anche ad un Tavolo permanente con costoro che blaterano fino alla noia affinché tutto sia cristallino e limpido,come appunto è la ns meravigliosa acqua che Dio ci ha donato👏

Diecimila???? Mmmmmmmm....