Salta al contenuto principale

Video: Corso De Michetti: Il solito cantiere di Corso San Giorgio.

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Nulla di nuovo.
Tutto un déjà-vu.
Corso De Michetti come Corso San Giorgio?
L'inizio è stato peggiore.
Primi lavori e primi ritardi nel crono programma.
Rottura dei tubi dell'acqua e altri sottoservizi.
Locali commerciali chiusi da un cantiere impattante e primi problemini tecnici.
Ecco il video....https://www.youtube.com/watch?v=8TGDVHS4yyQ&feature=youtu.be
(D.B.)

Commenta

Commenti

Sindaco,cercate cortesemente di divertificare il pessimo operato della allora Amministrazione Brucchi.
Grazie

come volevasi dimostrare sarà il solito lavoro di merda alla teramana maniera, senza rispetto per cittadini e commercianti del posto.
una domanda sorge spontanea : chi ci guadagna ?

Assoluta solidarietà a tutti i colleghi di Corso De Michetti a loro volta vittime di un modo di fare i lavori senza nessuna tutela dell'esercente . Interrogo : possibile che dopo l'esperienza di Corso GIorgio non si sia potuto attuare un cronoprogramma che prevedeva la chiusura dell'attività con relativo e adeguato ristoro nei giorni in cui per la tipologia del lavoro da fare sarebbe stato impossibile evitare blindamenti e occultamenti ? Eppure Gianguido durante i Calvario del Corso di Sopra da consigliere e Capogruppo di opposizione, prese netta posizione a favore del ristoro , parte delle risorse non spese perché si è evitato di scavare in profondità e ripavimentare il tutto potrebbero essere destinate al ristoro del gli esercenti danneggiati .

Egregio Sig. Topitti evidentemente il Suo "Gianguido" conta meno di zero nella politica teramana e probabilmente non è lui che prende le decisioni politiche.

La stessa identica cosa la stessa identica amministrazikbe forse anche peggio dell era brucchi

fanno i lavori e non va bene non li fanno idem, mettetevi d'accordo, quando li dovrebbero fare??....di notte sicuramente....

Egr. Anonimo
O ci sei o ci fai, in qualsiasi città normale i lavori li avrebbero fatti in estate quando Teramo è deserta.