Salta al contenuto principale

Montorio: Gli screenshot hanno le gambe corte...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

No, non ci sto.
Non ci sto perchè sono un appassionato, un accumulatore seriale di materiale elettorale, perchè leggo e comprendo Piero Calamandrei e non ci sto a farmi prendere in giro.
Nessuno è autorizzato.

Se il mio sindaco di Teramo, se il mio amico Gianguido D'Alberto scrive " Non mi è mai sfuggita la distinzione tra ruolo politico e ruolo associativo; in ogni mia manifestazione ho sempre tenuto conto della loro diversità. Esercito la funzione di Presidente dell'ANCI con la massima attenzione, con coinvolgimento e rispetto verso i colleghi, a prescindere dalle aree politiche di appartenenza.
Anche l’altra sera, nel corso dell'intervento a Montorio, ho dichiarato la mia presenza in qualità di Sindaco di Teramo, ho precisato la distinzione fra le due sfere e ho ringraziato tutti, pubblicamente ma  poi anche fuori dai riflettori, indirizzando gli auguri a ciascuno dei candidati impegnati nella competizione elettorale: Eleonora Magno, Fabio Altitonante e Alessandro Di Giambattista.
E l'ho fatto con piena convinzione, anticipando in tal modo la condivisione del percorso cui il vincitore sarà chiamato. Ma l'ho fatto  anche con orgoglio, testimoniando, quale presidente regionale ANCI, la bellezza di un ruolo che l'afflato cordiale dei cittadini fa prezioso, anche a dispetto della  svilente strumentalizzazione di parte".


Svilente è cambiare lo screenshot in corsa.
Avvilente è continuare nell'errore.
Deprezzante è far pagare agli altri il proprio conto etico e morale.
Sconsolante è leggere una toppa peggio del buco.

Scoraggiante, demoralizzante, deprimente, umiliante, mortificante, disprezzabile, degradante è dover fare questo articolo di risposta.
La soluzione in galleria.
Prima e dopo.
Fatevi una vostra idea.
Fate vobis...

 


 

Commenta

Commenti

Ogni sondaco deve pendare alla sua citta enon fare campagne elettorali per altri futuri sindaci. Caro d albertopensa a teramo che è in condizioni pietose sotto ogni aspetto

Quanto fanno ridere ste cose?
No perché è dai tempi di CecchiGori che si cercano di fare distinguo sulle cariche, delle stesse persone.

"Parlo da presidente della Fiorentina e non da Senatore".

La correzione di quell'annuncio è pure peggio.
D'Alberto è sindaco di Teramo, presidente dell'ANCI e avvocato.

Se lo inviti, arriva contemporaneamente il.sindaco.fi Teramo, il presidente dell'ANCI e l'avvocato.

Non credo che cambiando qualcosa si cambi la sostanza. D’Alberto appartiene a quell’area politica quindi... bene che vada. Altitonante? Un milanese fuori sede....

Già, non c'è che dire, la pistola fumante...
Da calamandrei alle pagine facebook