Salta al contenuto principale

Teramo in cronaca nazionale. Esportata l'idea del Parco Archeologico Avventura. Inaugurato il secondo...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

La nostra startup, ovvero, una nuova impresa che sia innovativa per idee e programmazione.
Una visione imprenditoriale della politica.
I miei complimenti sinceri all'Ass, Valdo Di Bonaventura del Comune di Teramo e a tutta la Giunta D'Alberto per aver scartato il progetto innovativo e internazionale, ( Walter Mazzitti) del continuum storico culturale di una Via Maestra dell'archeologia teramana per la Città degli Invisibili, in cui Di Bonaventura, usa la letteratura combinatoria di Calvino per elevare a Museo l'incuria e il degrado.
Teramo Città della anti cultura che sposa a modello la disattenzione e l'assenza di cura.
Alla presenza di qualche ombra, in un pomeriggio caldo, il sindaco D'Alberto e l'ass. Di Bonaventura hanno tagliato il secondo nastro per il numero due dei parchi archeologici D'Avventura.
Il terzo si chiamerà Jurassic Park, l'ennesimo pensiero futurista che potrebbe anche diventare una serie cinematografica,.
Già sentito?
Impossibile, siamo a Teramo, la città che si ammalora a tutte le mal'ora. 
https://www.youtube.com/watch?v=E5Qw8T9GgMM

Commenta

Commenti

Al prossimo sindaco..

Complimenti vivissimi all'amministratore sindaco gianguido d'alberto volutamente scritto tutto in minuscolo perché tale si è rivelato.
Lo stato di abbandono in cui verte la nostra povera città è a dir poco scandaloso per non parlare della cura e gestione del verde completamente assente sia TERAMO CITTÀ CHE FRAZIONI ORAMAI DIMENTICATE IN PARCO AVVENTURA CREATO E GESTITO DA MADRE NATURA. MAI PIÙ AL POTERE GENTE CHE DICE CHE SERVE UNA SVOLTA UN CAMBIAMENTO MEGLIO IL VECCHIO ALMENO NON AVEVA LA SPOCCHIA DEL SÒ TUTTO IO...

Devo necessariamente condannare questa giunta (volutamente in piccolo) per la gestione dei siti archeologici ma anche e sopratutto nello sfalcio dell'erba inesistente ovunque (ad esclusione dei giardini oggetto di cura Te Am e questo bisogna dirlo) con strade praticamente chiuse dove non è stato tagliato un filo d'erba e siamo a metà luglio. Ormai credo che quest'anno sarà così. Comunque Falcò quello di Mazzitti sembrava un libro dei sogni di Berlusconiana memoria praticamente irrealizzabile, secondo me, in nessuna parte del mondo tanto era mastodontico.

Quello stato di fatto, per chi non lo sapesse, è reato.
Non mi stancherò mai di ripeterlo.
Ricoprire tutto.