Salta al contenuto principale

Pubblicati dalla Regione Abruzzo i protocolli di sicurezza per riaprire le attività...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Con la ordinanza numero 36 il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio ha pubblicato le  "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus COVID-19 - Approvazione ulteriori Protocolli di Sicurezza".


"È approvato il documento tecnico recante “Protocolli di sicurezza previsti dalle Ordinanze del Min. Salute del 29 maggio 2021 e del 4 giugno 2021 in attuazione di quanto previsto dall’art. 12 d.l. 18 maggio 2021, n. 65” allegato alla presente ordinanza quale parte integrante e sostanziale e che sostituisce integralmente i protocolli adottati con precedenti Ordinanze del Presidente della Giunta Regionale; 2 Sono consentite le attività economiche, produttive o ricreative contemplate nei Protocolli di Sicurezza, nel rispetto delle condizioni ivi contenute; 3 La presente ordinanza entra in vigore dalla data di pubblicazione sul sito della Regione Abruzzo ed è valida, salvo modifiche, fino alla data finale dello stato di emergenza sanitaria dichiarato con Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 e s.m.i.; 4 La presente Ordinanza è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti territorialmente competenti e al Dipartimento Protezione Civile regionale; 5 La presente Ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge. La presente Ordinanza sarà pubblicata, altresì, sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo."

I protocolli?
Eccoli https://www.regione.abruzzo.it/system/files/atti-presidenziali/ordinanze/2021/allegato-opgr-36-2021.pdf

Commenta

Commenti

Dopodichè, nel corso delle riunioni del G7 in Cornovaglia si vedono i "potenti" della terra ben accostati e senza nessuna mascherina. Ma naturalmente voi ancora non capite...

Che avrebbero potuto essere condensate in meno di 20, prevedendo una serie di norme generali e poche particolari per certi settori, com'è il detto? A pensar male...