Salta al contenuto principale

Divieto di sosta. Chi controlla i lavori pubblici a Teramo?

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Il solito divieto di sosta anonimo, senza ordinanza, senza spiegazione, senza comunicazione amministrativa.
Installati nel buio di un pomeriggio feriale che annuncia il divieto di parcheggio per il giorno successivo a partire dalle 7 e 30  alle 13.
Ricordavo altre regole.
Il motivo?
Chi siete?
Che cosa volete?
Un fiorino?
Arrivano gli extraterrestri?
La fibra?
Un ministro?
Perchè avevano voglia?
Il sindaco ha deciso di parcheggiare l'auto?
Un assessore della Giunta?
C'è una partita di calcetto?
In realtà è tutto uno scherzo?
Esiste il rispetto verso i cittadini?
Quando?

 

Commenta