Salta al contenuto principale

L'Abruzzo al lavoro per la seconda ondata da Covid 19. Ecco i lavori. Intanto misure restrittive per i seguenti comuni...

di Giancarlo Falconi
3 minuti

Una notizia per le due facce della stessa medaglia.
La prima è l'ordinanza da misure restrittive a firma del Presidente della regione Abruzzo, Marco Marsilio.
Riguarda cinque comuni abruzzesi. Bugnara, Lucoli, Civita d’Antino, Pettorano sul Gizio e Sulmona .


ORDINA 1. l’attuazione delle seguenti misure restrittive nei Comuni di Bugnara, Lucoli, Civita d’Antino, Pettorano sul Gizio, Sulmona: - obbligo mascherine anche all’aperto h24; - accesso scaglionato negli esercizi commerciali, con sosta all’interno dell’esercizio limitata al tempo necessario all’acquisto/consumazione del bene; - divieto di feste ed eventi pubblici e privati che comportino assembramenti; - chiusura anticipata alle ore 20 degli esercizi commerciali (negozi, alimentari, bar etc) ; - obbligo di tenuta del registro accesso clienti da parte degli esercenti la ristorazione; - divieto di pratica degli sport da contatto. 2. l’applicazione delle misure restrittive di cui al precedente punto 1 decorre a far data dalla presente ordinanza e per il termine di giorni 7; 3. le presenti misure restrittive potranno essere modificate, sospese o procrastinate a seconda dell’andamento della situazione epidemiologica ; 4. le Autorità Sanitarie Locali sono chiamate ad implementare l’attività di informazione, di monitoraggio e controllo del rispetto delle restrizioni occorrenti; 5. la presente Ordinanza è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, al Prefetto territorialmente competente, ai Sindaci dei Comuni interessati ed al Dipartimento Protezione Civile regionale; 6. la presente Ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge. La presente Ordinanza sarà pubblicata, altresì, sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.

La seconda notizia è un'agenzia Agi in cui si evidenzia che il sistema anti covid della Regione Abruzzo è stato approvato per piani ad hoc riguardanti i lavori da realizzare nelle strutture ospedaliere
Leggiamo " Le regioni hanno predisposto dei piani ad hoc per i lavori da realizzare nelle strutture ospedaliere. Che riguardano tra l'altro il potenziamento dei posti letto, dei posti in terapia intensiva, gli adeguamenti dei pronti soccorsi e per la separazione dei percorsi. Piani che - ha comunicato Arcuri ai governatori in video collegamento - sono stati approvati senza condizione per l'Abruzzo, il Friuli e la provincia di Bolzano mentre gli altri progetti - ha osservato secondo quanto riferisce chi ha partecipato all'incontro - andranno ancora approfonditi con un confronto tecnico. Le regioni - ha comunicato Arcuri, sempre secondo le stesse fonti - dovranno entro il 12 settembre indicare le richieste di cui hanno bisogno. Ma il commissario straordinario, sempre secondo quanto viene riferito, ha ventilato l'ipotesi di puntare ad accordi quadro direttamente con le Asl. Da qui la protesta di Sicilia, Campania, Sardegna, Piemonte e altri regioni che avrebbero sottolineato come la legge non prevede che i presidenti di regioni vengano 'bypassati'. Il ministro Speranza, stando alle stesse fonti, ha parlato di un confronto utile e, di fronte alle rimostranze di diversi governatori e assessori in collegamento, Arcuri avrebbe aperto alle richieste che sono pervenute. Diverse regioni, pero', hanno evidenziato il rischio che non si riesca a fronteggiare in maniera vigorosa la possibile seconda ondata del coronavirus, proprio per la lentezza dell'iter dei lavori sulla 'Rete Covid'.

Commenta