Salta al contenuto principale
|

Altro caso di anziana presa in giro dai piccoli bulli ubriachi a Teramo...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

A chiamarci un ragazzo dal bancone del suo bar in centro.
" Giancà, vieni che una signora, ti deve raccontare".
Minuta, scarpe con il tacchetto, di pochi centimetri, l'età indefinita di chi ha più di 80 anni ma non li dimostra, voce timida ma decisa.
Nessuna denuncia solo un piccolo sfogo.
Indovinate?
Piazza Sant'Anna a Teramo.
" Giocavano con un bel cagnolino solo che il guinzaglio legato alla panchina lo stava stringendo troppo. Io ero ferma ad ammirare gli scavi dalla vetrata e sono intervenuta. Lo so, avrei dovuto e potuto far finta di niente ma tanto non è stato.
Al mio piccolo rimbrotto mi hanno attaccato in modo violento e inaspettato. Vecchia va via, Non parlare che sputi la dentiera e altri improperi.
La cosa più brutta?
Erano le 4 del pomeriggio, meno di 14 anni e ubriachi. Birre semi aperte e tanto livore.".


Altra testimonianza, altra verità, altro appello ma Teramo, i teramani, i genitori fanno finta di nulla.
Tanto, tra poco, riapre la scuola.



 

Commenta

Commenti

Vogliamo chiudere o no i locali che somministrano alcool ai minori?

Vero, andate il sabato pomeriggio a piazza Sant'Anna e vi renderete conto di come stia crescendo male questa generazione. Noi non eravamo così... che tristezza!

Come potete dire che i genitori fanno finta di nulla? Certo, qualche eccezione c'è. Ma in genere i genitori amano i figli, li seguono con trepidazione ma sono impotenti di fronte al loro tralignare. Perché: o lo ammazzo o lo lascio fare. La persuasione, il ragionamento, con certi soggetti non serve a niente.

Tanto è sempre tutta colpa della Scuola,alibi di tanti genitori .

Ieri in Piazza S. Anna, nel pomeriggio, c'era un assembramento di oltre cinquanta adolescenti: fischi, urla, bestemmie. Possibile che Teramo sia terra di nessuno? I controlli dove sono?