Salta al contenuto principale
|

Teramo: Denunciata una signora che ha fotografato il voto...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Quel rumore inequivocabile che può capitare a chi non sa bene usare il telefonino e la sua fotocamera.

Click.
Onomatopeicamente è nel fumetto il suono di uno scatto fotografico.
Il presidente di seggio al cospetto di diversi fotografi e giornalisti ha chiesto lumi alla signora che prima di uscire dalla cabina elettorale avrebbe anche strappato la scheda.
Doppio reato.
Perchè la signora si è sentita in dovere di fotografare il voto?
A chi ha dovuto dimostrare la preferenza?
A chi ha votato?
Tutto nel verbale e nella prossima denuncia. 

Commenta

Commenti

non ha ucciso nessuno....quanta burocrazia.

I due punti non sono tanto a chi debba dimostrare la preferenza....ma piuttosto cosa immagina di ottenere in cambio fotografando la preferenza......medioevo culturale più che elettorale

Sicuramente se ha fatto una cosa del genere ha sbagliato anche il voto ...meglio così almeno il voto è annullato

Pensate alla gravità del gesto. Voi pensate sempre di vivere in un'isola felice.. provate a vedere il film sud, al voto di scambio, alla testimonianza di un voto promesso, alle false promesse pre elettorali. Burocrazia? No.. rispetto delle regole e della democrazia.

Mi sembra piuttosto riduttivo archiviare in questo modo il comportamento della signora. Che motivo aveva di fotografare il voto? A chi doveva dimostrare in maniera così tangibile quanto espresso nella cabina elettorale? Ma soprattutto: perché? Lo strappo della scheda lo vedo come voler nascondere il destinatario del voto. Sempre peggio!

Qualcuno nutre ancora qualche dubbio se a Teramo esiste il voto di scambio?
@anonimo. Uccide il Paese.....