Salta al contenuto principale
|

Le Minacce di querela e il racconto sulla piscina comunale continua...

di Giancarlo Falconi
3 minuti

Vi invito a leggere il nostro primo articolo sulla piscina comunale di Teramo.
Non c'era nulla di offensivo, di denigratorio e il tutto era a commento fotografico con immagini pubblicate su facebook dalla stessa proprietà che gestisce l'impianto comunale.
Quindi pubbliche.
A voi la lettura e il giudizio.
https://iduepunti.it/07-10-2017/che-cosa-succede-alla-piscina-comunale-di-teramo-interessata-la-procura

Volete conoscere la risposta del concessionario?
La pubblichiamo volentieri.
Riprendiamo il gentile servizio del sito Certa Stampa che senza citarci, cita
Con un durissimo comunicato stampa, l’Associazione “Asd Asi Teramo”, ha voluto pubblicamente replicare al post di un blog teramano che, annunciando un prossimo esposto da parte di  genitori, faceva espliciti riferimenti al rispetto della convenzione che i gestori hanno sottoscritto col Comune. Così scrive l’Asd: “si respinge fermamente ogni dichiarazione ed affermazione ivi contenuta sollecitata esclusivamente per danneggiare l’immagine dell’associazioe in vista della scadenza dell’affidamento dell’impianto natatorio. In ragione poi degli spiacevoli eventi succedutisi negli ultimi giorni fondati su comportamenti provocatori e minacciosi per i quali sono state avviate azioni di tutela, questa associazione riserva ogni azione civile e penale nei conronti di chiunque continui a ledere la propria immagine ed ad ostacolare il regolare svolgimento dell’attività gia’ ampiamente organizzate ed avviate dalla stessa con apprezzamento dell’utenza”.

Dopo una simile lettura abbiamo inviato sul campo Nicole esperta nuotatrice e grandissima cacciatrice di documenti che mettiamo a disposizione anche del sito Certa Stampa.
Non per diritto di replica, non ci interessa, per completezza di informazione.
Solo domande che rivolgiamo alla società che gestisce la Piscina comunale.
Ripetiamo tutte con le pezze d'appoggio come avrebbe detto una volta, un mio ex Direttore.

1) Caro Presidente Petrella, sportivamente le chiediamo se la sua società risulta essere stata oggetto, dagli uffici comunali, di due note, prot. 28269 del 28/05/2016 e numero 30539 del 26/05/2016?
2) Caro Presidente Petrella, sportivamente le chiediamo se la sua società, risulta essere stata oggetto, dagli uffici comunali, visto l'art.19 della convenzione numero 5708 del 04/08/2015, di una nota che prevedeva il rimborso dei costi sostenuti per le spese non volturabili?
3 Caro Presidente Petrella, sportivamente le chiediamo se la sua società, risulta essere stata oggetto, dagli uffici comunali, di una proroga della convenzione di 12 mesi con scadenza il 2/12/2017?
4) Caro Presidente Petrella, sportivamente le chiediamo se la sua società risulta essere stata oggetto, dagli uffici comunali, di una nota a protocollo, in cui le si intima il pagamento entro dieci giorni di una somma al netto delle spese scomputate ( che termine brutto) di euro 181.148,24. Tutto sempre richiamando l'art.19 e l'art 17 della Convenzione.

Quattro semplici domande solo perchè la piscina comunale è un bene pubblico, sono notizie di interesse pubblico e siamo stati minacciati di querela solo per aver letto una convenzione pubblica.
Sportivamente....

Nicole & Giancarlo Falconi

 

Commenta

Commenti

Falconi adesso ti becchi una seconda lettera.
Sportivamente.

Pronto con foto ę filmati.

In questa storia si farà male il Comune. La Corte dei Conti e forse anche l'Anac vogliono farsi una nuotata.
Ancora, ma il Sian della Asl dopo aver visto le immagini di quei cibi preparati in quel modo, nulla dice? Chi è il Direttore dell'Esecuzione del Contratto? Sta controllando? Ma un dubbio amletico: caro Giancarlo Falconi, ma il gestore le avrà capite le domande?

IO PENSO CHE SE IL GESTORE AVEVA UN MINIMO DI RITEGNO MORALE AL VEDERSI PUBBLICARE QUELLE FOTO DOVEVA CHIEDERE SCUSA SENZA ALIMENTARE DANNI ANCOR PEGGIORI X LUI,CREDO SE LA GIUSTIZIA ESITA E LE ISTITUZIONI DI CONTROLLO FARANNO IL SUO CORSO.