Salta al contenuto principale
|

I meravigliosi indici sismici di Corropoli contro i medi di Teramo

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Prendi una dirigente scolastica, Manuela Divisi, un sindaco capace, Umberto D’Annuntiis, intuitivo e in grado di partecipare ai bandi della protezione civile e a tutto ciò che si muove da Corropoli all'Europa.
Mescoliamo il tutto senza agitare, poco ghiaccio e una ciliegina, sapete che cosa otteniamo?
Il Polo scolastico Adamo Zuccarini.
Vecchio edificio adeguato indice 1,02
Nuovo edificio indice 1,35
Mensa scolastica 2,00
Scuola dell'Infanzia via G. Milli indice 1,30

A Teramo?
Il sindaco, Maurizio Brucchi, ci ha assicurato che la Michelessi risponde ai dettami di legge per la non chiusura.
Ragionevolmente sicura.
Gli indici?
Al massimo un medio.
Ora volete troppo, cari genitori.
A scuola o dietro la lavagna in punizione.
Senza alzare la testa.
Tutto il resto è a Corropoli. 

Commenta

Commenti

Lunedì tutti a scuola e zitti

Mentre qualcuno si autoloda per gli indici, intorno a Teramo gli amministratori non hanno dedicato tempo al numero magico ma hanno rifatto le scuole.

Giusto trissetto e le strade sono cosi solo per mantenere alta la concentrazione alla guida e le erbacce sono solo per insegnare botanica all'aperto e le rotonde sfasciate non sono progettate male ...è solo che la gente non capisce che le deve fare a piedi .W
Teramo che pullula di cultira e vita!!!! Ma mi faccia il piacereee!!!!

e gli indici delle cose a che punto stanno???...in caso di terremoto mica crollano solo le scuole...o si???

Carlo sta travisando quello che ho scritto in riferimento all'articolo. Io lodavo gli amministratori non terramani che hanno costruito scuole sicure piuttosto che nascondersi dietro un indice di 0,079.

Ci sono Sindaci e sindaci, Presidi e presidi. Tutta qui la differenza, senza offesa.

Chiedo pubblicamente scusa a trissetto per aver travisato il suo commento ( che peraltro e ' chiarissimo) . Scusami , questo ti fa fa capire il grado di esasperazione che abbiamo noi teramani difronte all'arroganza e l'incompetenza di una giunta che ha distrutto una città che era una bomboniera! Scusa ancora trisse'. Carlo.