Salta al contenuto principale
|

L'Anas continua ad aspettare il morto nella buia rotonda teramana

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Nulla è cambiato ma proprio nulla.

Era il 27 Ottobre del 2017.
Scrivevamo.

 

Un salto nel vuoto.
Buio.
Senza vedere i nostri figli, i nostri anziani, chi usufruisce dei mezzi pubblici nella famosa rotonda che conduce a Piano della Lenta, Ascoli, Campli, Scapriano, uno spaccato viario importante del nostro comune e di due province è sommersa dall'assenza di luce e sicurezza.

Non è stato prevista nell'opera dell'Anas la protezione dei pedoni.

  • Le abitazioni?
  • Che cosa faceva la Polizia Municipale nel frattempo?
  • Gli uffici del comune di Teramo?
  • Chi doveva controllare l'opera?
  • Che cosa ne pensa la Polizia Stradale?
  • Esiste una coscienza Amministrativa?
  • Quando accenderete la luce?

L'Anas non esiste. Nessuna risposta. 
Ci scapperà il morto. Forse sarà un ragazzo di ritorno da scuola. Un anziano che aspetta il nipote. Una madre di ritorno dal lavoro. Noi? Terrorizzati da una società civile inesistente. 

Commenta

Commenti

Un altro progetto assurdo, ci sono passato di giorno ed è pericolosissimo, figuriamoci dì notte e senza illuminazione ...cose da pazzi!

I signori dell'Anas tengano conto che secondo la legge sul reato di omicidio stradale, in caso di sinistro anche gli enti vengono tirati in ballo In questo caso la mancata illuminazione e l'assenza di passaggi pedonali laterali alla rotatoria sono certamente una aggravante in caso di incidente e la responsabilità è del gestore è evidente, tanto più che si tratta di nuova opera.

Caro Giancarlo,
ti invito a fare un giro anche verso Campli e nello specifico 500m dopo il cimitero di garrano andando verso Ascoli.
Ebbene il punto di innesto tra la nuova variante e la vecchia 81 (lavori che languono da mesi) è semplicemente allucinante: segnaletica praticamente assente, dosso molto pericoloso, andando da Ascoli a Teramo si ha la sensazione di andare dritti con il rischio di schiantarsi.

Mi raccomando se riesci facci un salto, magari di sera, percorrila prima in salita e poi ridiscendi.

Saluti e a presto

Ok, ma basta stare attenti...prima o poi metteranno le luci....