Salta al contenuto principale
|

La Storia incredibile di Marta. Un peso troppo pesante per curarsi...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Non ho figli  e mi stringo intorno alle battaglie sociali come a una famiglia.
Cortino...

Ci scrive Marta" Buongiorno sono Marta, le chiedo scusa anticipatamente del tempo che le farò perdere per leggere la mia protesta.
Sono una donna di 38 anni affetta da un tumore genetico cortico surrenale congenito 21 idrossilasi.
Mi è capitata una disavventura dovevo fare una moc dexa lombare e femorale poi leggo il foglio dietro che si deve pesare 120 chili la massima portata.
La mia rabbia sta che io vivo perennemente con dolori allucinanti e non riuscendo a poterla fare non saprò mai che cure fare e penso vivamente che il sistema abbia deciso di non far vivere più le persone obese. ( il servizio https://www.youtube.com/watch?v=tmX5cmELFl8 )
I canoni che ci sono sono  riportati anche su i macchinari ospedalieri. LA  mia richiesta è che le ditte dovrebbero costruire macchinari adeguati per noi persone sopra la taratura elencata perché non si può vivere così sempre con denigrazione da parte della società".


Siamo andati a trovarla.
Questo è il servizio...https://www.youtube.com/watch?v=tmX5cmELFl8

Commenta

Commenti

Purtroppo in questo mondo di m......... bisogna lottare contro tutto e tutti.
Forza Marta!!!!

Con tutto rispetto per la signora, dimagrire non farebbe che giovargli alla salute e risolvere i problemi di cui sopra.

Stiamo parlando di un a persona obesa. Giusto?
In primis una persona, e che come tale deve essere rispettata, ma anche obesa, che come tale deve essere curata al meglio,anche per questa patologia.
Sicuramente i produttori dei macchinari potrebbero fare delle macchine capaci di sorreggere pesi maggiori, ma la signora, potrebbe anche perdere quei 20kg.
È giusto lottare per far sì che chiunque possa accedere alle cure, però un minimo di onestà, non possono essere sempre gli altri i colpevoli di tutto.
Non può passare il concetto che se uno pesa 300kg è normale! non è una situazione accettabile (nel suo interesse), non è colpa della società, non è questione di essere perfetti. Perché, come si vede proprio da questa battaglia, in fondo, alla società se stai male o bene, non è che frega poi tanto. Se pesi 300kg, il problema è tuo e dei tuoi cari.
Per questo ripeto, in bocca al lupo su 2 fronti, uno sulla battaglia civile, l'altro su quella personale, non perdere quei kg sarebbe solo un affronto verso i suoi cari.

Il problema è che se si esamina bene la malattia (non che tutti siamo dottori)prendendo dosi massicce di cortisone la vedi una cosa molto molto molto difficile quella di perdere peso,queso di Marta è solo un esempio di ciò che fa la sanità nel nostro paese di m.....
Forza Marta