Salta al contenuto principale
|

Teramo: Federica, Serena e quella memoria offesa in nome di un aperistreet

2 minuti

Qual è la misura del successo?
I like e la gente.
I mi piace e il numero di persone.
Non ci sofferma sul senso di quel gradimento.
Un voto è un voto anche se mentre si declina ci si commuove o si fa un rutto.
S'impara o si vomita.
Si educa o si piscia contro un muro.
La stessa cosa per la Teramo che conta mentre si lecca le dita che sanno di porchetta.

Sapete chi sono Federica e Serena?
Federica Moscardelli e Serena Scipione, i nomi e i cognomi di due ragazze che hanno perso la vita nel terremoto de L'Aquila.
Era il 2009  e loro studiavano medicina, semplicemente studiavano e amavano la vita. 
Esiste un'associazione che porta il loro nome e che avrebbe dovuto onorare il ricordo attraverso l'ennesima manifestazione culturale.
La presidente, Elena Di Tommaso, ha quell'anima speciale nascosta tra i suoi capelli. 
Non cercate di pettinarla, lei continuerà a essere una scapigliata.
La cultura che parte da un dipinto di Leonardo da Vinci ai milanesi di fine ottocento.


Ecco il programma della  " VII edizione di "NOTE SU ALI DI FARFALLA: notte per Federica e Serena"!

Dopo aver ospitato artisti come Marlene Kuntz, Afterhours, Bandabardó, Cristina Donà, Cisco, Brunori Sas, Calibro 35, Giorgio Canali, Pan del Diavolo, Bugo, I Cani, Offlaga Disco Pax e Ginevra Di Marco, quest'anno è la volta di *STAZIONI LUNARI*, il progetto nato dall'idea e con la direzione di FRANCESCO MAGNELLI dove si alterneranno sul palco:

GINEVRA DI MARCO (ex CSI-PGR)
ANGELA BARALDI (ex corista di Lucio Dalla)

MASSIMO ZAMBONI (CCCP - CSI) 

Vi aspettiamo numerosi il 16 SETTEMBRE 2017 dalle ore 20:00 presso il CHIOSTRO di MADONNA DELLE GRAZIE a Teramo!Quest'anno il ricavato sarà devoluto all'Associazione Abilbyte Onlus di Atri per l'acquisto di strumenti informatici volti a tener aggiornata l'ausilioteca dove poter far sperimentare, a persone diversamente abili, strumenti che potranno permettere loro di comunicare, apprendere, integrarsi e lavorare.Vi saranno inoltre tante altre sorprese che renderanno la serata ancora più ricca: in apertura presentazione del libro "Ultima la luce" edito da Mondadori di GAIA MANZINI, a cura dell'Associazione Culturale Detto tra noi. Durante la serata sarà possibile degustare prodotti di aziende del territorio".

Avete letto?hhhhhhh
Indovinate.

Tutto rinviato (forse a Dicembre) perchè Largo Madonna delle Grazie è stato assegnato all'aperistreet.
Le autorizzazioni sono state rilasciate?
Il comune ha chiesto l'onore ai frati?

Nessuna polemica, solo mortificazione.
Questa non è semplicemente la mia Teramo e mi permetto a nome dei resti di una Città bombardata dall'ignoranza e dalla mancanza di sensibilità, di porgere le nostre scuse.
Colpa nostra, solo colpa nostra. 

Commenta

Commenti

|

Che squallore!
Che vi possa andare di traverso la porchetta e tutto il resto.
Ragazze, perdonateci se potete!

|

Rinviata per far posto all'Aperistreet ?!?!?
Aperi...cheeeee ?
Un'ammasso di gente che beve e beve fino a notte inoltrata ?!?
Una citta' non e' un locale sotto le stelle o una discoteca.
Poi...c'era prima una manifestazione gia' organizzata, con tutto cio' che questo comporta ?
Allora rispettate la fila.
Si chiama educazione...

|

Ma come?
Questa amministrazione non fa altro che fare manifestazioni di basso livello in piazza Martiri e ora che c'è un evento per una giusta causa in un altro sito , lo sloggiano ?
Vergognoso.

|

È proprio vero che il lupo e il cafone non possono essere addomesticati... L'evento non può essere fatto al chiostro di S.Domenico?

|

Rinviata a quando?

|

Purtroppo in epoca di pochezza culturale a tutti i livelli e in ogni ambito il soldo e la pancia sono richiami piu' forti del doveroso ricordo e omaggio a due anime pure

|

Con tutto il rispetto, se si tiene una manifestazione piuttosto di un'altra è perché, evidentemente, una delle due ha chiesto l'autorizzazione prima. Se la questione è diversa, allora era il caso di spiegarlo nell'articolo. Le vittime del terremoto non c'entrano nulla, e sono tirate in ballo per suscitare un'indignazione del tutto fuori luogo. Non comprendo cosa c'entri il riferimento ai social d'inizio articolo, peraltro da chi strumentalizza la tragedia delle due ragazze proprio per catturare visualizzazione sui social e l'attenzione degli algoritmi di Google. E' curioso, infine, leggere un'articolo chiaramente polemico che si conclude con "nessuna polemica": anche lo slogan "i fatti, senza pregiudizi" stride in un sito che sostanzialmente è una raccolta di articoli di fondo.

|

se non c'è l'animazione di Vittorio il fenomeno mi sto a casa

|

Volevo rispondere a quel Pierpaolo Pitrelli, che da una tastiera ruggisce come un leone. Vedi caro Pierpaolo, secondo me invece era DOVEROSO far sapere la verità. Le polemiche ci sono quando c'è gente come te che sta seduta a un pc e approfitta di parlare di cose che non conosce per sfogare una rabbia repressa.

|

Sono basito, nauseato dal letame che vedo invadere la "società" . È tutto omologato, nessuno cerca di differenziarsi e quando qualche temerario propone qualcosa che alza decisamente il livello e soprattutto se lo fa in nome di un ricordo di due ragazze che per una tragica fatalità non ci sono più e viene trattato in questo modo mi sento ancora peggio! Siete degli sciacalli!

|

Possa la loro testimonianza di vita illuminarci e far si che ci siano altre manifestazioni in memoria senza andar troppo in là con i tempi. I tempi nostri NON sono quelli di Dio e con la Speranza certa che il Signore ci riserva occasioni future migliori!!!

|

Non capisco, aiutateci a fare chiarezza? Chi aveva chiesto (ed ottenuto) prima l'autorizzazione dal Sindaco? L'aperistreet o l'associazione Federica e Serena?

|

questa mattina ho letto Il Centro e l'assessore Canzio ha dichiarato che "non organizzerà più eventi a Teramo", oddio sono spaventato come faremo senza gli "eventi del canzio" Teramo sarà rovinata se lui non organizza più eventi.....

|

Signor Pierpaolo Pitrelli, con tutto il rispetto, ma l'articolo parla di un evento ANNULLATO. Logica vorrebbe che fosse stato prima autorizzato. L'Associazione si era mostrata disponibile a dividere gli spazi, ma sono stati sloggiati. Sono fatti, senza pregiudizio.
Sui social, qual'è il problema? Li usiamo tutti, fortunatamente anche per cose buone e non solo per il divertimento dei brutti.

|

si potevano fare tutte e due gli eventi insieme....quale sarebbe stato il problema???

|

Tanta tanta ignoranza , ignoranza di chi non sa e partecipa ad un evento squallido e ignoranza di chi SA e va lo stesso .