Salta al contenuto principale
|

Francavilla: Ciro Immobile minacciato con un coltello in spiaggia...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Ragioni calcistiche.
Sarebbe meglio scrivere irragioni ( termine usato dai neorealisti) calcistiche.
In sintesi di cronaca un Ultras del Pescara Calcio, ( raggiunto da daspo) ha minacciato Ciro Immobile, attaccante della Lazio e della Nazionale mentre era in spiaggia a Francavilla con la famiglia, per aver commesso un reato di lesa maestà che giustifica il terrore e la paura delle 14 e 30 in un tranquillo sabato di Luglio in vacanza.
Immobile aveva accettato il passaggio dal Pescara alla Lazio.
Nel cervello di questo tifoso ( e chiediamo scusa al termine) il capocannoniere del campionato italiano non avrebbe dovuto firmare il contratto per via della forte rivalità tra le due curve di sostenitori.
Tutto il resto è un'alchimia di ignoranza, violenza che è stata sedata solo dalle urla dei bagnanti e dall'intervento dei carabinieri che hanno individuato e denunciato il 35enne per porto abusivo di arma e minaccia aggravata.


 

Commenta

Commenti

Immobile dal Pescara passò al Genoa poi Torino Borussia D. Siviglia ancora Torino e solo dopo è passato alla Lazio dove gioca ancora.

Si, andatelo a spiegare al dolce ultras.

Caro Corrado...

Quotidiano.ne " 

Francavillaa Mare (Chieti) - Momenti di paura per Ciro Immobile, che si trovava in Abruzzo, sulla spiaggia di Francavilla a Mare, con famiglia e amici. L' attaccante della Lazio è stato avvicinato, come riferiscono i carabinieri, da "un individuo, che dopo averlo avvicinato gli rivolgeva epiteti ingiuriosi e, subito dopo, gli mostrava un coltello con intenti minacciosi: le urla dei bagnanti e delle persone presenti inducevano l'aggressore a darsi a precipitosa fuga". 

In seguito i militari hanno identificato l'aggressore: "E' noto alle forze dell'ordine e gravato dal provvedimento di Daspo e verrà denunciato per minaccia aggravata. Il movente sarebbe riconducibile alla rivalità tra squadre", spiegano in una nota i carabinieri di Chieti.

Ansa;" 

Una 'rivalità' esasperata fra le tifoserie del Pescara e della Lazio è all'origine della tentata aggressione subita ieri dall'attaccante della Lazio e della Nazionale, Ciro Immobile, a Francavilla al Mare (Chieti), sulla spiaggia dello stabilimento Lido Bianco dove il giocatore era con la moglie ed alcuni amici, per trascorrere una giornata di relax. L'aggressore è un pescarese di 35 anni già sottoposto a Daspo: è stato denunciato per minaccia aggravata, porto abusivo di arma ed ora rischia anche un altro Daspo.

Con il pretesto di farsi una fotografia insieme il giovane si è avvicinato al calciatore per poi iniziare ad insultarlo, accusandolo di aver 'tradito' i colori del Pescara passando alla Lazio. Immobile, che del Pescara di Zeman fu protagonista assoluto nella stagione 2011/2012 conquistando la promozione in serie A, ha cercato di sdrammatizzare e allentare la tensione, ma il giovane ha tirato fuori un coltello, suscitando la reazione delle tante persone presenti, che hanno messo in fuga l'aggressore.

La Repubblica" ROMA - Attimi di paura e tensione per Ciro Immobile, minacciato in spiaggia da un uomo armato di coltello. L'ultimo weekend libero prima di cominciare la nuova stagione, l'attaccante della Lazio lo avrebbe voluto certamente trascorrere in maniera diversa. Non certo per il luogo e la compagnia, visto che il centravanti era in uno stabilimento balneare di Francavilla al Mare (vicino Pescara, ma in provincia di Chieti) insieme alla moglie Jessica e le due bambine, Giorgia e Michela. 

IMMOBILE MINACCIATO IN SPIAGGIA CON UN COLTELLO - Con loro anche alcuni amici, che hanno fatto da "cuscinetto" in questa spiacevole vicenda: proprio loro infatti sono stati inizialmente coinvolti in un alterco (nato per un banale sfottò calcistico) con due balordi locali, pregiudicati ben conosciuti alle forze dell'ordine. Si tratta di due persone, entrambi ultras del Pescara (con dei Daspo a loro carico), che per un "movente riconducibile alla rivalità tra squadre" - fanno sapere i Carabinieri di Chieti - hanno tentato di avvicinarsi a Immobile per aggredirlo. Uno di loro lo ha fatto impugnando addirittura un coltello, ma grazie alla prontezza di riflessi delle persone dello stabilimento balneare è stato immediatamente fermato, a distanza considerevole da Immobile. 

PROTAGONISTI DUE ULTRAS DEL PESCARA, DENUNCIATO UNO DI LORO - Poco dopo sono arrivati anche i Carabinieri, che hanno identificato i due uomini e denunciato a piede libero uno di loro per minacce e tentata aggressione a mano armata. Le forze dell'ordine hanno così fatto rapporto senza procedere all'arresto, che nel caso potrà essere disposto successivamente dal pubblico ministero. Dopo questo fastidioso contrattempo e la spiegazione ai Carabinieri dell'accaduto, Immobile è tornato a rilassarsi sulla spiaggia, per godersi queste ultime ore prima dell'inizio della nuova stagione.

Sky "

Momenti di grande paura per l'attaccante della Lazio che è stato avvicinato da un individuo che lo ha insultato e poi minacciato con un coltello sulla spiaggia di Francavilla al Mare. L'uomo è stato identificato dai Carabinieri e verrà denunciato per minaccia aggravata

Una brutta avventura ha caratterizzato le vacanze di Ciro Immobile. L'attaccante della Lazio che si trovava in Abruzzo, sulla spiaggia di Francavilla al Mare, con famiglia e amici, è stato aggredito e minacciato con un coltello. Secondo quanto fanno sapere i Carabinieri, il giocatore sarebbe stato raggiunto da "un individuo, che dopo averlo avvicinato gli rivolgeva epiteti ingiuriosi e, subito dopo, gli mostrava un coltello con intenti minacciosi: le urla dei bagnanti e delle persone presenti inducevano l'aggressore a darsi a precipitosa fuga".

Successivamente, l'autore del tentativo di aggressione, "è stato identificato dalle immediate indagini condotte dai Carabinieri: è noto alle forze dell'ordine e gravato dal provvedimento di Daspo e verrà denunciato per minaccia aggravata. Il movente sarebbe riconducibile alla rivalità tra squadre", conclude la nota dei carabinieri di Chieti.

La Gazzetta,it

 

Una giornata al mare che ha rischiato di finire male per Ciro Immobile e alcuni suoi amici a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti. All'ora di pranzo, poco dopo le 14, infatti, un uomo piuttosto alterato ha iniziato a litigare con alcuni amici del capocannoniere di Serie A che si sta rilassando sulle coste adriatiche prima del raduno biancoceleste. Non contento, subito dopo avrebbe cercato di avvicinarsi all'attaccante con un coltello in mano.

CONTATTO EVITATO — In tanti sono intervenuti e sono riusciti a fare desistere dalle proprie intenzioni l'uomo che si è poi allontanato dalla spiaggia. Sono poi arrivati anche i carabinieri per riportare la calma e la giornata è ripresa senza ulteriori scossoni ma un po' di paura - per Immobile e la sua famiglia (presente in spiaggia) - c'è stata. Dopo una breve indagine le forze dell'ordine hanno bloccato e identificato il malintenzionato, "noto - secondo quanto scrivono i carabinieri - alle forze dell'ordine e gravato dal provvedimento di Daspo e verrà denunciato per minaccia aggravata. Il movente sarebbe riconducibile alla rivalità tra squadre".

Unisono?
Potrei continuare all'infinito...noi abbiamo sentito tutte le voci.
Mancava la sua, orrado.
Grazie.