Salta al contenuto principale
|

Che cosa succede alla Piscina Comunale di Teramo? Interessata la Procura...

2 minuti

Siamo sicuri che la Procura di Teramo, chiamata in causa nei prossimi giorni da un esposto a firma di molti genitori di ragazzi e ragazze interessati ad usufruire della piscina comunale, troverà la massima disponibilità da parte degli attuali gestori dell'impianto pubblico.
Troverà il pieno rispetto della convenzione.
Troverà i verbali di controllo da parte degli uffici preposti.
Per esempio...

Art. 5 – PROPRIETA’ DELL’IMPIANTO – MIGLIORIEghghghghghghghg
Gli immobili delle piscine comunali, le aree scoperte destinate a verde ovvero a parcheggio, le recinzioni, le attrez zature e quanto altro facente parte del complesso sportivo, così come individuato all’art.1, sono consegnati nello stato di fatto e consistenza in cui si trovano alla data del verbale di consegna. Il Concessionario riconosce senza riserva alcuna che il complesso sportivo ed ogni eventuale successiva innovazione e /o miglioria, da chiunque realizzata, sono e diverranno di piena ed esclusiva proprietà del Concedente senza che sia dovuta alcuna compensazione e/o rimborso di sorta per le eventuali spese sostenute,fatto salvo quanto stabilito al successivo art.6.

Siamo sicuri che gli uffici del comune di Teramo risponderanno alla Procura di Teramo dimostrando i continui controlli per il rispetto della Convenzione.
 

Art.6. La concessione verrà revocata dall’Amministrazione Comunale qualora:gffgfgfggfgffg

a) la manutenzione ordinaria e gli interventi di mantenimento insicurezza non siano effettuati secondo le clausole previste nella presente convenzione;

b)la conduzione tecnica e funzionale del complesso sportivo sia tale da pregiudicare l’incolumità e la salute degli utenti;

c)siano commesse gravi violazioni delle disposizioni contenute nel“Regolamento per l’Uso e la Gestione degli Impianti Sportivi Comunali”, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.21 del 16.04.2015;

d)si contravvenga alle ulteriori condizioni previsti nel presente atto di convenzione.

Ricordiamo che Il Concessionario senza eccezione o riserva alcuna è tenuto:

1.a prestare la propria collaborazione tecnico–organizzativa per l’eventuale realizzazione di programmi e/o iniziative da concordarsi con il Concedente e/o con gli organismi scolastici locali; a tal fine sono da favorire le attività sportive di particolare valore educativo e sociale aperte a tutte le realtà.

Siamo sicuri che tutto tornerà nel massimo equilibrio e che l'assessore Canzio saprà giustificare con la sua nota diplomazia, ogni eventuale disfunzione dell'impianto o non rispetto della Convenzione.
Pagamento del canone, cura dell'utenza con informazioni chiare e dettagliate, per eccesso o per difetto.

Vero?
Secondo voi, finirà qui?

Commenta

Commenti

|

Ma il pesce è stato pescato in piscina?
Ma se ci offrono due calzoni fritti o una fritturina, non possiamo chiudere un occhio?