Salta al contenuto principale
|

Accanto...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Quell'istante dell'incanto e l'accanto del canto e pianto del tanto amore.
Non è il carcere di Gaeta ma l'isola in cui è prigioniero il ricordo di un ardore che ci regala l'immagine della vita e non solo di una stagione di consumi.
Quell'uomo e quella cornice sono la sintesi di tutto...
Tutto per cui vale la pena vivere e morire.
Un abbraccio di presenze.
Essenza dei sapori, degli umori, di quello disfatto da altri fatti.

Matti da slegare.
Esistenze prese con le lenze di una pesca senza esca.
Appartenenze.
Marito e Moglie.
Maglie strette.
Chi ha scattato questa fotografia ha avuto la sensibilità di non disturbare, di non bussare, di non far rumore, gli angeli non muovono le ali eppure volano, vicino al cuore...
 

Commenta

Commenti

Struggente