Salta al contenuto principale

La Ricostruzione. Diego Di Bonaventura " Caro Presidente Mattarella siamo stati lasciati soli..."

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Caro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, noi siamo stati lasciati soli in una Ricostruzione soffocata dalla burocrazia.
Nulla è stato fatto; il territorio non ha voce a Roma: il cratere sismico è vittima di un serpente bianco che si morde la coda dei decreti; gli onorevoli e i senatori cosa possono fare per l'Abruzzo?
Perchè non fanno rete?
Diego Di Bonaventura, presidente della provincia di Teramo, traccia la sua missiva al Capo dello Stato.
Ascoltate https://www.youtube.com/watch?v=FN2dpjoE3iU

Commenta

Commenti

visto che la scuola è un diritto costituzionale, e visto che le scuole del teramano non sono antisismiche... e la ricostruzione è solo un incubo per tutto il centro italia, mi sembra un buon motivo per chiedere l'indipendenza e rimandare a roma ogni rappresentanza istituzionale...
l'abruzzo non è italia...e basta con la solita solfa che non ci sono i soldi.... e che il debito pubblico è alto... gli interessi sul debito non possono più esistere dal 1972 a seguito della riforma Nixon. Invece di lavorare e basta chiediamoci prima cos'è la moneta e come funzionano le banche.