Salta al contenuto principale
|

Video: La Truffa delle 50 euro a Teramo

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Una decina di segnalazioni e poi una telecamera a circuito chiuso. La tecnica è conosciuta. Un gratta e vinci, una carta moneta da cinquanta  euro in bella vista, il tentativo di distrarre l'esercente commerciale puntando il dito sul tavolo e poi, da consumata illusionista, nascondere i soldi in una tasca della borsa per poi dichiarare di averli dati. Non ha funzionato in una tabaccheria di Teramo. Nonostante i due tentativi, la titolare, che conosceva l'incantesimo, ha sottratto velocemente i soldi alla presunta maga, creando un numero a sorpresa. Ovviamente, i soldi per il gratta e vinci sono apparsi all'improvviso e le cinquanta euro sono ritornate in possesso della furbetta che ci avrebbe riprovato due tabacchierie più lontano. La domanda è una mera curiosità. Avrà vinto con il gratta e vinci? 

Commenta

Commenti

Perché "Le cinquanta euro" al femminile?