Salta al contenuto principale
|

Incendio sul Morrone: Nessuno si dimette e gli animali muoiono in paese...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Le coscienze bruciano? 
In questa estate di mancata prevenzione, di mancati controlli, di una Forestale in confusione da riforma Madia, di ambientalisti non ascoltati, di un'intera Regione a fuoco, di due enti parco rimasti in assoluto silenzio, chi si sente responsabile? Chi, animato da antico lignaggio e valore, ha rassegnato le proprie dimissioni?
Nessuno.
La colpa è solo dei piromani.
Non del presidente della regione abruzzo, luciano d'alfonso.
Il minuscolo è un dovere civico.
Non dei vertici degli ente parco.
La non menzione è un atto impalpabile.ttttrt
Non del ritardo dei soccorsi.
Siamo stati abbandonati durante il terremoto, le frane, la nevicata, rimaniamo avvolti dalla coerenza.
L'unica nota positiva?
I volontari.
Nel frattempo dopo venti giorni alcuni focolai persistono sul Morrone all'altezza del Colle delle Vacche.
Gli animali?
Si suicidano...

Su facebook scrive e pubblica Maria De Deo " EFFETTO INCENDIO - via Morrone
Un tasso, creatura "protetta" che non é stata protetta. Creatura venuta a morire in città (ironia della sorte... in via Morrone) poiché la sua casa, il bosco, era diventata il suo inferno.
il Parco, il grande assente.
Un'immagine forte che fa il paio con la delinquenza incendiaria e con l'assenza: entrambi assassini"


Colpa nostra...

Commenta

Commenti

Esatto, colpa nostra. E' ora di assumersi le proprie responsabilità.

Dimenticavo...i caratteri che hai usato sono troppo grandi...