Salta al contenuto principale

Teramo: Storia di un consigliere comunale che sedeva sul tavolo e voleva fermare Vera Tv ....

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Una piccola premessa.
Partiamo dal servizio televisivo che ha fatto adirare, alterare, stizzire il consigliere comunale Lanfranco Lancione.
Noi di Vera Tv, abbiamo denunciato attraverso le immagini lo stato pietoso in cui versa la sala ipogea sotto piazza Garibaldi.
Perdite d'acqua nonostante che l'opera sia di recente realizzazione e abbia subito anche una nuova manutenzione.
Soldi pubblici, spesi male anzi malissimo che abbiamo ritenuto dover portare all'attenzione dell'opinione pubblica.
https://www.youtube.com/watch?v=DP8jpHWApNg

Sapete come ha reagito Lanfranco Lancione, consigliere comunale della maggioranza D'Alberto?
Ringraziandoci per il lavoro svolto e aprendo un'inchiesta di verifica?
No.
Attraverso un requiem o un eterno saluto di riposo?
No.
Un gospel?
No.
Scrivendo al sindaco D'Alberto che ringrazio per la sincerità e notizia " Chi lo ha autorizzato? Come è entrato? Qualcuno gli faccia capire che non è il padrone della Città e deve stare al posto suo".

Come spiegare al consigliere Lancione che la sala Ipogea era aperta per tre conferenze culturali?
Come spiegare al consigliere Lancione che la sala Ipogea aveva le stanze e le porte aperte perchè allagate?
Come spiegare al Consigliere Lancione che evidentemente non frequenta la sala ipogea, aperta al pubblico e alla stampa sono in concomitanza di eventi culturali, che le chiavi sono in possesso del "suo" assessore Ponziani?
Come spiegare al consigliere Lancione che è il  nostro posto e ruolo è denunciare attraverso il diritto di cronaca simili eventi?
Come spiegare al consigliere Lancione che non è il suo posto , l'accomodo sui tavoli nelle pause del consiglio comunale, spalle al sindaco, alla minoranza e al silenzioso presidente del Consiglio comunale, ecco di postura, eleganza ed educazione,  spiegata la sua assenza nelle giornate culturali della Sala ipogea.

Il sindaco D'Alberto?
Il suo silenzio alla frase " Qualcuno gli faccia capire che non è il padrone della Città e deve stare al posto suo" lascerà spazio alla protesta ufficiale da parte della nostra emittente e della libertà di cronaca. 

A presto....e mai di spalle. 

Commenta

Commenti

Semplicemente non spiegare.
Proseguire il lavoro di informazione.

Opera senza senso costruita a suo tempo senza avere un reale progetto culturale e privando la città della storica Fontana di Piazza Garibaldi, rasa al suolo così come è stato fatto con altre testimonianze storiche e preziose della città. Toccherà, ancora una volta, porre rimedio e nonostante tutto sono sicuro che ciò avverrà. La sensazione è che prima di poter ripartire in maniera adeguata ad un capoluogo di provincia, c’è tanto bisogno di riparare alle gestioni scellerate e pluriennali precedenti.

Cosa può fare un cittadino che non ha avuto la possibilità di esprimersi sul fare o non fare l'ipogeo, su lasciare una fontana con il due di coppe oppure no... La verità è che il personalismo tronfio di Brucchi ha imposto ciò che nessuno voleva, ed oggi ne vediamo tutti le conseguenze: che non sono solo le infiltrazioni d'acqua, non é solo il degrado nei sottopassaggio, non sono solo i costi di manutenzione di questo obbrobrio.... Ma é la malinconica sensazione di aver ricevuto un atto di violenza, imposto, subito, senza il minimo conforto sulle potenzialità di quell opera che ad oggi non ci appartiene.... non è teramana, come non è mai stato teramano un sindaco come Brucchi, reo di aver nutrito solo e soltanto il suo "ego" da politico di poltrone. Il resto è solo tristezza che oggi perdura....

Se le cose stanno così,e non ho motivo di dubitare,caro Giancarlo sarà molto ma molto difficile spiegarglielo.......

o Falco, ma che gli vuoi spiegare a Lancione ?
Lascia perdere, Lancione è rimasto ai tempi del compagno Stalin... e forse li rimpiange pure.

Quando non si vuole che la verità emerga .....
Quando la stampa non deve entrare dentro quella stanza......
Quando la stampa non deve vedere .....
Quando il Consiglio Comunale non viene trasmesso in TV .....meglio non farli vedere....

Purtroppo caro Giancarlo questa maggioranza è padrona di tutto, in ambiente nazionale può perfino maltrattare finanzieri al servizio della sicurezza nazionale. Queste persone vanno analizzate con occhio più critico e non con la bontà che ti contraddistingue.

Signor Falconi spero che sia una foto fatta a un pic-nic e non al Consiglio Comunale di Teramo ( capoluogo ) .
Se ciò fosse vero allora devono dare le dimissioni immediatamente sia il signore seduto sul tavolo ma soprattutto quella con il cappellino rosso con occhiali a specchio. Quale rispetto hanno questi due per le istituzioni ? ma il presidente del Consiglio non interviene cacciandoli dall'aula ?

Chi è che volle a tutti i costi che si costruisse l'ipogeo ?
Io ricordo Mauro Di Dalmazio , mentre fu realizzato dal suo fido guerriero Di Giovangiacomo

Opera inutile fatta x volontà di qualcuno x qualcuno al fine di poter ospitare cosa?..... L'acqua. Che vergogna.

IL consigliere Che sta alla Regia del giovane Scienze politiche?
Il Consigliere Che sta alla Regia Della consigliera comunale e provinciale?

Lo posso dire che vi stimo entrambi e che vorrei faceste la pace?

Nell'apprezzare il lavoro svolto in merito alla denuncia sulle infiltrazioni all'ipogeo denuncia che condivido in toto vorrei ricordare a qualcuno che l'Ipogeo nasce dal mandato Chiodi e non Brucchi. Ma vorrei ricordare al buon Giancarlo che troppe volte ci si trincera dietro il diritto di cronaca per sbandierare ai quattro venti delle semplici illazioni, caterve di punti interrogativi, e troppi "pare che....". Ovviamente non è questo il caso dove si da una notizia certa e corretta ( cosa che prediligo come più volte ho scritto) e che rispecchia il diritto di cronaca.

Lanfranco Lancione da sempre grande lottatore , la sua onestà intellettuale nessuno la può mettere in discussione. Siede a ritroso in modo sui banchi ? Un modo non conformista di eseguire il proprio mandato , a differenza di molti che pur sedendo in modo consono, con i loro atti e comportamenti hanno portato la Città di Teramo allo stremo .

E le minacce a un consigliere comunale?
E le parolacce continue e ripetute?
Esiste una forma di civiltà che si chiama educazione e i consiglieri comunali sono tenuti all'alto rispetto delle Istutuzionalità...

Fermo restando che l'informazione non può né deve avere ostacoli se non quelli.........della più pura educazione, Io addirittura rimpiango i tempi di quando l'Educazione Civica rientrava tra le materie scolastiche. Premesso che la Sala Ipogea fu una idea (non mi vorrei sbagliare) di Siriano Cordoni, all'epoca Assessore o Consigliere Comunale poi stravolta completamente nel progetto iniziale dalla successiva Amministrazione. Comunale credo avrebbe dovuto e potuto rappresentare un ulteriore spazio a disposizione
delle Associazioni. Se poi è stato costruito alla cazzo di cane, la colpa non può essere addebitato a chi l'idea l'ha avuta. Forse chi la costruito ha usato materiali inidonei allo scopo per guadagnarci un bel pacco di soldi in più, ma questo è un altro discorso. A a seguire le riparazioni sono state fatte fa imprese che non sapevano dove mettere le mani. E' come le strisce bianche per terra. Alcune durano di più altre durano meno. Chissà perché. Io ci ho partato diversi amici venuti da fuori e tutti l'hanno ammirato. Mi chiedo come è possibile che a Teramo nulla va bene!!!