Salta al contenuto principale

Berardo Di Battista: Il Re della notte teramana ha avuto un erede. Brando....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Silvia e Brando.
In mezzo quel Berardo da San Berardo che ha allunato di serate la notte di generazioni di teramani.
Non frequentavo troppo i suoi locali ma gli sorridevo; era lo specchio dei miei anni di Romagna e Berardo Di Battista sarebbe stato il figlio ideale della costa romagnola per visione, sorrisi e allegati.
Il pastore Abruzzese e quel senso introspettivo della meravigliosa Sardegna.
Gli atti mancati di Freud e la capacità di ascolto di mamma Silvia.
Brando, Benvenuto a Teramo, città di malelingue, di falsi moralisti ma di una morale che appartiene alla legge della strada, della notte, di altri valori, il cui codice è scritto nella schiettezza di una parola d'amico e di rispetto.
Brando, Benvenuto a Teramo, dove torneremo a ballare e far di brindisi nella terra più bella del mondo.
Salute...amici miei...



 

Commenta

Commenti

... perché sei un essere speciale, e noi, avremo cura di te... Benvenuto tra noi, Brando!
Tuo nonno

Atti mancati nn mancanti...povero Freud...

benvenuto Brando !