Salta al contenuto principale
|

Teramo-Pericolo. Quel marciapiede che cade a pezzi.

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Cosa c'è di peggio che ascoltare la via voce rauca e influenzata?
I marciapiedi dello stradone, scusate di via Po, quelli che sovrastano via Longo e minano la sicurezza dei pedoni di sopra e di sotto.
Non ci credete, guardate senza ascoltare il mio gracchiare.
https://www.youtube.com/watch?v=lnpG2e6973M
 

Commenta

Commenti

Purtroppo non è l'unico esempio a Teramo. Che dire del marciapiede di via Carducci all'incrocio con corso San Giorgio? E dell'edicola che aggiunge parti metalliche x esporre i giornali? Impossibile e pericoloso passare. Peccato

Oltre alle strade vanno rivisti tutti i marciapiedi, soprattutto quelli dei quartieri della Stazione e di San Berardo risalenti a più di 50 anni fa con le mattonelle sottili, alcuni coperti con del cemento per coprire il vuoto senza le mattonelle che negli anni si sono rotte.