Salta al contenuto principale
|

La storia di Teramo è alla canna del Gas...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

La società del Gas e i suoi lavori per Teramo. Necessari, utili, importanti, fondamentali. Poi, la cura e il decoro urbano. La storia. Via Giannina Milli, per esempio. Lavori realizzati mesi e mesi fa. A terra una scia di asfalto ad offendere una realtà vissuta e passata dei sampietrini. La nostra levigata realtà. Quelli vecchi? La stessa fine dei fratelli storici di Porta Romana. Presi a ruspate. Altro asfalto? Nuovi? I vecchi? I nuovi con i vecchi. A chi interessa? Chi avrebbe dovuto controllare? La società civile? 

Commenta

Commenti

Se ci fosse una autoritá comunale prenderebbe per l'orecchio chi ha fatto i lavori e farebbe ripristinare la vecchia pavimentazione... Se é inutilizzabile come dici, ripavimentano con i sanpietrini tutta la strada... CHI SBAGLIA PAGA!!!!

Se un privato chiede l'autorizzazione per uno scavo per potersi allacciare alla rete fognante,oppure per acqua o gas,ti rompono le scatole,ti impongono depositi o fidejussoni salate ,che verrebbero incamerate a garanzia e nel caso non fosse ripristinato a perfetta regola d'arte il manto stradale.Ritengo che sia giusto così ,non è' assolutamente accettabile invece che le varie amministrazioni comunali e provinciali si facciano CALPESTARE da Enel,Enel gas ed altri,che possano accettare che una pavimentazione in sampietrini in porfido,ed in pieno centro storico ed in una strada storicamente importante come Corso si ,dico CORSO Porta Romana e non Via Porta Romana,si possa consentire di chiudere le tracce con del Cemento o del catrame ,e non imporre di coprire le tracce pavimentando con il materiale preesistente,cioè i cubetti in porfido o marmo.
Questa è una delle tante dimostrazioni di come la nostra città venga lasciata ed abbandonata a se stessa purtroppo.
Carlo

Condivido pienamente il pensiero del Sig. Carlo. Grazie Giancarlo per la tua attenzione costante verso la nostra città che molti teramani hanno dimenticato per ignavia.

Il cemento in via Milli è uno scandalo inaudito. Non che sia il solo caso. Rattoppi orrendi si notano anche in altre strade. Non si posano i sampietrini se non c'è l'intenzione di conservarli in caso di guasto (e i guasti, si sa, prima o poi avvengono). Una delle tante vergogne di questa povera città...