Salta al contenuto principale

Quando la Storia della Resistenza non viene rispettata. Ecco come è ridotto il Monumento alla Battaglia di Bosco Martese...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Leggiamo da W " La battaglia di Bosco Martese avvenne nel 1943 nei pressi della località Ceppo (Rocca Santa Maria) in provincia di Teramo. Fu la prima battaglia in campo aperto fra partigiani e tedeschi, la prima della lunga e valorosa Resistenza Partigiana.

Il 21 settembre del 1943 si radunarono al Ceppo alcune centinaia di persone, comprendenti soldati italiani e non, ex-prigionieri di guerra, gruppi di antifascisti e civili teramani antifascisti, con l'intenzione di costituire un presidio per difendere Teramo da eventuali attacchi da parte dei tedeschi. Il comando venne affidato al capitano dei carabinieri Ettore Bianco.

Il 25 settembre un contingente di tedeschi (circa una trentina di camion) si diresse verso il luogo dove erano situati i partigiani. La battaglia iniziò alle 12.30 e durò circa 3 ore; i partigiani sconfissero i tedeschi che si ritirarono. Secondo fonti partigiane si contarono almeno 50 tedeschi uccisi, cinque camion distrutti e due autovetture distrutte e i tedeschi per rappresaglia uccisero cinque ostaggi catturati a Torricella Sicura."

E poi ancora" Dagli anni '90, il giorno della battaglia, un drappello di ex soldati e di abitanti di Rocca Santa Maria fanno una processione nei luoghi della battaglia. In alcune commemorazioni partecipò anche Carlo Azeglio Ciampi. La cerimonia persegue poi col ricordo nel palazzo comunale di Teramo.

Nel bosco di contrada Ceppo, è stato realizzato un monumento in ricordo della battaglia, mentre un ex mulino di pietra è stato riconvertito a museo militare".


Ci scrive Carlo "  Il mancato rispetto per un monumento dei martiri della Resistenza qui al Cepppo.Guardate dalle foto l intonaco.
 Una giornata di operaio e 100 kg.di cemento e mezzo metro cubo di sabbia.
Apriamo una piccola sottoscrizione..."...



Si chiama rispetto.
Facciamo qualcosa?

Commenta

Commenti

Essendo.ottimista per.natura caro.Giancarlo,mi.auguro che.il
SINDACO.DI.ROCCA.SANTA.MARIA raccolga e con.sollecitudine questa.mia segnalazione,ne somono.l certo e lo.ringrazio in.anticipo,pur.essendo disponibile.ad.aprite una sottoscrizione.in.favore.del..... suo.Comune.
Carlo

Per Giancarlo Falconi

La manutenzione del monumento è di competenza del Comune di Rocca Santa Maria o di altri enti territoriali?

Il signor Carlo ha pienamente ragione oramai non c'è più rispetto vedere com'è ridotto fa veramente tristezza 😔
Va bene la petizione con un po' di buona volontà tutto si può fare,ma qui nessuno invoca alle istituzioni ? Ente parco , amnistrazione separata ,comune , provincia , regione ,a chi di queste tocca ? o tutte insieme potrebbero fare
qualcosa .Oppure oltre alla petizione una bella
colletta .....🤦

Andrebbe rivestito con una pietra idonea.

Fino ad oggi, i fratelli Melozzi, ormai anziani, ogni autunno sono andati al Ceppo a pulire e restaurare per quel che possono il monumento. Le autorità del luogo dovrebbero mostrare un minimo di interesse, dato che questa pagina di storia appartiene al loro territorio.