Salta al contenuto principale
|

Video. Autismo e inciviltà: Esiste ancora chi parcheggia nel posto dei disabili

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Non faremo un passo indietro.
Tutti i giorni indicheremo chi parcheggia nel posto dei disabili.
In questo caso Tony, papà di due bambini speciali ha semplicemente ricordato una norma di civiltà.
Siamo all'Anffas Onlus (Associazione Nazionale di Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) dove ogni giorni alcuni "distratti" teramani rubano il posto ai bambini autistici e con altre disabilità relazionali.
Tony non ci sta.
Voi? 

{"preview_thumbnail":"/sites/default/files/styles/video_embed_wysiwyg_preview/public/video_thumbnails/-rDC4OjzaP0.jpg?itok=MS5a_8ZK","video_url":"https://www.youtube.com/watch?v=-rDC4OjzaP0","settings":{"responsive":1,"width":"854","height":"480","autoplay":0},"settings_summary":["Embedded Video (Responsive)."]}

Commenta

Commenti

Miserabili!!! Nulla di più

Bravo Tony. Teramo ha bisogno di educazione civica

Solidarietà ai posteggiatori della Tercoop.

Salve, secondo me i vigili urbani dovrebbero almeno una volta al giorno pattugliare a campione una zona di Teramo e multare questi incivili, tempi gg 3/4, la voce si sparge e per un po' staremo tranquilli. E invece no!!! Ostinati quasi tutti i giorni a Piano D"Accio con l"aurovelox. Oramai lo sanno tutti, giustamente fate cassa per il Comune, ma preoccupatevi appunto di quanto scritto nell"articolo, e ogni tanto MICA SEMPRE!!? Fatevi vedere a dirigere ilil traffico nelle.ore di punta. SALUTI.

Sei un grande cuggi

coi giustizieri fai da te dove andiamo , fatemi capire? cioe` chiamare i Gendarmi non si usa piu`? vigili , multone? Solo con il cazziatone rischi la rissa e dalla ragione vai in torto senza risolvere niente,i nuovi barbari sono impermeabili al senso civico, capiscono solo le legnate e le botte al portafoglio

C'e' di piu': alcuni soggetti minacciano pure se qualche cittadino osa fotografare la targa dell'auto , invocando la violazione del diritto alla privacy con una interpetrazione da fine leguleo di detta norma.

C'e' di piu': alcuni soggetti minacciano pure se qualche cittadino osa fotografare la targa dell'auto , invocando la violazione del diritto alla privacy con una interpetrazione da fine leguleo di detta norma.

Possono minacciare quello che gli pare, se ci sono gli estremi di un reato come in questo caso : multa pecunaria e.decurtazione di 3 punti patente nessun magistrato potrebbe contestare le foto e la legge sulla.privacy, l'importante è che le.foto vengano.consegnate alle.forze dell'ordine, assolutamente no.a metterle in rete e o.a.mostrarle a persone comuni. Saluti.