Salta al contenuto principale

I residenti del Centro storico chiedono al sindaco il diritto a poter dormire...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Il sindaco ha il dovere di intervenire se qualcuno viola il diritto al sonno notturno.

Leggiamo " 

Il reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, meglio conosciuto come «disturbo della quiete pubblica», rientra nelle contravvenzioni previste dal codice penale [1] per la tutela dell’ordine pubblico, inteso sia quale pubblica tranquillità che come quiete privata.

In particolar modo, il codice penale prevede due fattispecie autonome di reato:

  • disturbare le occupazioni o il riposo delle persone, o gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, mediante schiamazzi o rumori, o abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, o suscitando o non impedendo strepiti di animali;
  • esercitare una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell’Autorità.


    Se alcuni residenti hanno deciso di scendere in piazza nel cuore della notte perchè esasperati dalle urla e dal lancio delle bottiglie; se alcuni residenti hanno immortalato la cronaca con un video, vuol dire che l'esasperazione è arrivato ai massimi livelli.
    Il sindaco di Teramo, Gianguido D'Alberto ha promesso il pugno duro.
    Vedremo...https://www.youtube.com/watch?v=AHD40zetujo

Commenta

Commenti

E che dire dell'esagerato uso delle campane dell'Annunziata, che dopo un quarto d'ora riprendono a suonare... Specie di prima mattina, che sia giorno feriale o festivo non importa: tutti in piedi!

E per piacere ci volete dire quando riapre la Biblioteca? Non sarebbe ora, visto che anche i bar sono aperti? So che questa non è la sede giusta, ma come farsi sentire?

Si certo, aspetta e speta, come avevano promesso di asfaltare tutto il disastro delle nostre strade....

Sindaco D'Alberto invisibile.
E pensare che l'ho sostenuto,votato e fatto votare.
Caro sindachetto non mi freghi più.

........le teste di legno fan sempre fracasso!
Quando in Città sparisce la luce, lo Storico Centro si trasforma il un enorme radio sintonizzata tra una stazione e l'altra, praticamente un frullato di parole & musica che è "PURO" rumore, una specie di invocazione che per Loro è forse consolazione!
Queste "NOTTOLE", più o meno ad alta gradazione alcolica, il "RUMORE" lo dovrebbero fare alla luce del Sole ma, solo per rendere MIGLIORE & più BELLA la nostra Città!
Com'è triste Venezia
Aznavour

tapppi alle orecchie e problema risolto.....

Un augurio: presto a più alti scranni!

Signor Sindaco, spero sia la volta buona, spero che finalmente alle promesse seguano i fatti, spero che le sue non siano le solite parole di circostanza. I guadagni di pochi gestori non possono giustificare le notti insonni di tanti cittadini, i danni a
beni pubblici e privati. Signor Sindaco, ci faccia ricredere, faccia vedere che le regole a Teramo da oggi in poi si rispetteranno, perché purtroppo fino ad ora non è stato così.
P.S. Siete così sicuri che siano solo minorenni?

Gli schiamazzi, le urla ed i cori continui sono iniziati poco prima di mezzanotte e fino alle 2.30 sono andati avanti indisturbati. In questo lasso di tempo perchè nessuno è intervenuto? E perchè i minori che bevono e disturbano non vengono identificati e segnalati alla Procura? E, soprattutto, perchè i genitori non si chiedono dove va il figlio tutta la notte e cosa va facendo? Cosa si sta aspettando? Che il branco inizi ad aggredire qualcuno che non c’entra nulla?

@Amen
A sproposito di Amen che volevo ma il CAMPANILE in modalità VIBRAZIONE!
"........suono di campana, voce che trasvola sul mondo, canto con piove dal cielo sulla terra, nella Città sorda e irrequieta,
e nel silenzio dei colli. "
(Gabriele D'Annunzio)
Com'è triste Venezia
Aznavour

Gentile Aznavour, si spieghi meglio. Il suo messaggio è piuttosto oscuro. Tuttavia l'idea delle campane in modalità vibrazione mi pare notevole. Grazie...

Spero che si possa intervenire ed al più presto... oltre alle problematiche esposte aggiungerei alcune criticità del centro storico... Via Ciotti e Via Vincenzo Irelli... mi dovete spiegare come è possibile permettere a dei veri e propri tir, che hanno più volte danneggiato la zona (eclatante fu il leone del Duomo) , di scaricare merce di un supermercato in orario quasi notturno, rendendo impossibile il riposo, senza nessuna regolamentazione del
carico/scarico merci, senza un piano di zonizzazione acustica, senza prevedere lo stoccaggio delle merci in altro luogo e il trasporto con mezzi elettrici o quantomeno compatibili con la situazione. Per non parlare poi della sosta selvaggia durante tutto il giorno in prossimità dell’esercizio commerciale. Un passo in avanti di sicuro è stato fatto con la regolarizzazione del passaggio dei mezzi pesanti per Corso S.Giorgio, ma non basta. Siamo a due passi dal Teatro Romano e dalla Cattedrale eppure sembra di stare in un nucleo industriale.

@Amen
Mi scuso per le stravaganze del correttore automatico che, talvolta, non riesco di tenere a freno!🙏