Salta al contenuto principale

Regione Abruzzo: Il rimpasto di Giunta rischia il tavolo nazionale...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Tutti in silenzio. Nessuno parla perchè come ha dichiarato il coordinatore regionale della Lega di Salvini in Abruzzo, l'On. Luigi D'Eramo,  durante la trasmissione Acropolis di Vera Tv, "ci sono problemi serissimi. Siamo in pandemia e viviamo una profonda crisi economica. Non possiamo discutere di rimpasti o altro. Non sono temi che mi appasionano"....
Ha ragione D'Eramo ma un Governo solido e rappresentativo della maggioranza eletta, rappresenta il nodo focale della politica che Amministra una regione o un ente locale come una intera nazione.
Le proposte?
Tante anche il gioco delle tre carte per poi vedere l'attuale  Sottosegretario Umberto De Annuntiis tornare a fare il "semplice" consigliere regionale e lasciare il posto a Febbo mentre Sospiri ricoprirebbe il ruolo di Assessore e Imprudente di Presidente del Consiglio.
Altrimenti, tavolo nazionale in mano a chi ha altri punti percentuale in mano. 
Tutto dopo Pasqua, forse pasquetta.
Gite fuori porta quelle girevoli. 
 

Commenta

Commenti

Le memorie di un abruzzese errante in quarantena.
solitudine e timore, silenzio, distorto senso del tempo, INCAPACITÀ di comprendere questa politica INCAPACE di capire & dirigere la Gente e soprattutto di essere leader.
Questo strano e ridicolo balletto di "pasti"
e rimpasti, rappresenta un altro colpo alla credibilità di questa cosiddetta politica!
Ma che fine ha fatto la DESTRA SOCIALE, signor Marco Marsilio, laureato in
filosofia!
Come è triste Venezia
Aznavour

Marsilio è la scusa, il problema è la lega a trazione aquilana che ha scarsa cultura politica, sintesi per i territori inesistenti, i nuovi 5 stelle. Stanno demolendo il centrodestra e qualcuno pensa di aprire loro le porte di teramo per qualche calcoletto. Quando andremo alle urne capirete l'aria che tira.